Serie A, Agnelli apre: “Campionato all’estero? Si può”

Agnelli Superlega

SERIE A- Una, possibile, svolta per il nostro campionato. La Serie A potrebbe seguire le orme della Liga spagnola, che dovrebbe presto emigrare per qualche partita in territorio statunitense. Andrea Agnelli infatti apre alla clamorosa possibilità di poter vedere il campionato italiano disputarsi, in via del tutto eccezionale, al di fuori dei nostri confini.

Serie A più internazionale?

A Madrid, durante il Word Football Summit, il Presidente della Juventus (particolarmente influente anche in campo europeo) ha annunciato che nei prossimi anni potremmo vedere la Serie A disputata all’estero. “E’ qualcosa a cui guardare” spiega il numero uno bianconero, “già in vari Paesi come l’Italia si gioca all’estero la Supercoppa ma è qualcosa di facile da organizzare perché fuori calendario. Nba ed Nfl comunque lo fanno, quello che è importante è – Leghe, Federazioni, Uefa insieme – trovare una soluzione armonica”.

Una Serie A che però è sempre più povera di talenti italiani? Andrea Agnelli ammette il problema, che si riversa anche sulla competitività della nostra Nazionale, ma si dice fiducioso per quanto riguarda il futuro del nostro calcio. “Stiamo facendo fatica, quando si fa in giro per le città non si vedono più i ragazzi che giocano per strada. Siamo in un momento di transizione, la Figc ha lanciato i centri territoriali federali e i frutti li vedremo nei prossimi anni ma anche i club stanno cercando di investire molto”. Dato preoccupante considerando poi che la Juventus, storicamente colonna portante della Nazionale italiana, oggi sia piena zeppa di giocatori stranieri.

Forse, prima di pensare a rilanciare il brand Serie A anche all’estero (e in particolar modo oltre oceano) dovremmo pensare a come rilanciare il nostro calcio partendo dai vivai, dai giovani, per crescere talenti e evitare figuracce come quelle che sta collezionando la nostra Nazionale.