Accuse a Ronaldo, fu il Real Madrid a volere l’accordo

Ronaldo Lennard
Foto: profilo twitter Juventus
ronaldo
Foto: profilo twitter Juventus

Cristiano Ronaldo firmò l’accordo con Kathryn Mayorga nel 2010, impegnandosi a pagare un indennizzo alla donna, su pressione del Real Madrid. Lo sostiene il quotidiano portoghese Correio de Manha ricostruendo la linea difensiva degli attaccanti dell’attaccante della Juve sul caso del presunto stupro avvenuto in Nevada nel 2009.

RONALDO CAMBIA AVVOCATO

Contrariamente alle prime notizie, CR7 avrebbe cambiato idea sull’avvocato. Niente legale delle stelle ma un penalista di Las Vegas, Peter Christiansen. Secondo Il quotidiano spagnolo sarebbe stato il Real Madrid a spingere per la firma sull’accordo extragiudiziale. In quel periodo Ronaldo era appena passato al real e si temeva per la sua immagine. C’era un po’ di apprensione per il comportamento fuori dal campo di CR7 avvicinato in quel periodo a Paris Hilton. Tutto ciò nonostante la contrarietà di Ronaldo che si è sempre dichiarato innocente.

LA DIFFERENZA DI TESI TRA ACCUSA E DIFESA

La tesi difensiva di CR7 in molti punti non coincide con le accuse della Mayorga. “Su tutte, la forma dell`epilogo della famosa nottata: la Mayorga dice che abbandonò la suite dell`hotel Palms Palace dove ebbero luogo i fatti poco dopo il presunto stupro. La versione di CR è decisamente diversa: dopo aver consumato il rapporto sessuale lui e la Mayorga tornarono alla discoteca Rain e passarono insieme altre ore della notte”.