Inter-Milan, Beccalossi: “Occhio a Nainggolan e Suso…” – VIDEO

Beccalossi

BeccalossiE’ tempo di Inter-Milan, è tempo del Derby della Madonnina, è tempo di Bauscia contro Casciavit. A 24 ore dalla stracittadina di Milano, il derby per eccellenza del calcio italiano, la testata InterLive ha intervistato in esclusiva Beccalossi, ex fantasista di Inter e Brescia e Sampdoria. “Il ‘Beck’ o ‘Dribblossi’ come lo soprannominò simpaticamente Gianni Brera per il suo fantasioso e anche coraggioso stile di gioco” oggi capo delegazione della nazionale Under 19, quella di Tonelli per intenderci.

I MILAN-INTER DI BECCALOSSI

Ne ha vissuti tantissimi di Inter-Milan, tutti con la maglia dell’Inter che ha indossato dal 1978 al 1984 vincendo uno scudetto e due coppe Italia. Giocatore di grande classe e che ha ispirato due canzoni: ‘Scusa se insisto, mi chiamo Evaristo‘ di Mauro Minelli, ‘Il Fantasista‘ di Enrico Ruggeri e un monologo teatrale di Paolo Rossi. E proprio ad un derby è legato probabilmente il picco della sua carriera, quando con una doppietta mise al tappetto il Milan, era il 28 ottobre 1979, l’anno dello Scudetto.

LE PAROLE DI BECCALOSSI

Insomma, mai come questa volta è difficile azzardare un previsione su chi potrà farlo suo questo derby?: “E’ una partita che sfugge da ogni pronostico”, ha confermato Evaristo Beccalossi in esclusiva ai microfoni di Interlive.it.

Domenica che derby sarà?
“Non conterà per lo scudetto come quello del 2 aprile 2011, ma ci sono le premesse per un buon se non grande derby”. 

Tornando al derby, Beccalossi la pensa come tanti, ovvero che sarà una sfida ricca di duelli a distanza, a cominciare da quello tra Icardi e Higuain: “Dico i due bomber argentini per quanto riguarda chi dovrà metterla dentro, ma occhio a Nainggolan e Suso: anche loro potrebbero risultare decisivi. Però, ripeto: è una gara a sé, che sfugge da ogni previsione e analisi tattica. Mi fa comunque piacere – ha aggiunto ai nostri microfoni – che finalmente il derby milanese è tornato ad avere una certa importanza anche per le ambizioni di entrambe. Sono sicuro che sarà uno spettacolo”, ha detto Beccalossi che in conclusione d’intervista ha dribblato, alla stregua di come faceva in campo, la domanda riguardo al pronostico, probabilmente per scaramanzia.