Cahill Milan, i rossoneri puntano all’affare low cost con il Chelsea

Cahill Milan

Cahill Milan

CAHILL MILAN – Milan in piena emergenza per colpa degli infortuni. Per questo motivo gli uomini mercato rossoneri stanno iniziando a muovere i primi passi allacciando alcuni contatti in vista del calciomercato di gennaio. Un’impresa che si preannuncia molto difficile non solo per le numerose lacune di organico da colmare ma soprattutto per via dei vincoli che stanno per essere imposti dalla Uefa. Nonostante ciò i dirigente del club meneghino, vale a dire Leonardo e Paolo Maldini, stanno facendo di tutto per accontentare il tecnico Rino Gattuso guardando in maniera particolare a quei calciatori che hanno il contratto in scadenza con le proprie società a giugno 2019 e dunque potenzialmente più appetibili.

LEGGI ANCHE: Fabinho Milan, il brasiliano è l’idea di Leonardo per il mercato di gennaio

Cahill Milan, il Chelsea teme di perderlo a zero

Secondo quanto riportato da “Fox Sports”, Gary Cahill, 32enne del Chelsea con il contratto in scadenza a giugno 2019, farebbe parte di questa lista. Il difensore inglese sta giocando molto poco con Maurizio Sarri. Fino a questo momento infatti ha avuto a disposizione in campo solo 20 minuti in Premier League, 270 in Europa League e 180 in EFL. Per tale ragione i vertici dei Blues potrebbero decidere di sacrificarlo nel mercato di inverno a una cifra decisamente bassa soprattutto per evitare così di perderlo pois fine stagione a parametro zero.

LEGGI ANCHE: Milan, il nome per rinforzare il centrocampo è quello di Vidal: le ultime

Cahill Milan e non solo! I rossoneri pensano anche a Bailly del Manchester United

A facilitare il tutto potrebbero esserci i rapporti tra le dirigenze dei due club che risultano essere decisamente cordiali, come ha sottolineato anche poco tempo fa l’affare Bakayoko, giunto in prestito oneroso con diritto di riscatto. Non solo Cahill però. Dalla Premier League potrebbe arrivare anche Eric Bailly del Manchester United, anche lui poco utilizzato in questa prima parte di stagione da José Mourinho.