Juventus, Agnelli: “Non vogliamo la Superlega europea”

Agnelli Superlega

Agnelli Superlega

Non ci sarà nessuna Superlega ma una nuova Superchampions e una terza competizione europea a 32 squadre, parole e musica del presidente della Juventus e dell’Associazione europea dei club (ECA) Andrea Agnelli nella conferenza stampa congiunta con il numero uno della Uefa, Aleksander Ceferin, a Bruxelles. “Questo è un giorno molto importante per il calcio, La Uefa e l’Eca hanno appena firmato una lettera d’intenti per estendere fino al 2024 il memorandum d’intesa, che sarà scritto e approvato nelle prossime settimane. La nostra volontà è quella di continuare a sviluppare il calcio europeo insieme.”

Accordo totale ECA – UEFA

Ci sono state tante speculazioni e ipotesi mediatiche, come spesso accade durante la sosta per le nazionali nelle ultime settimane, e l’incontro di oggi è stata una buona occasione per fare chiarezza non solo su quello che succederà da qui al 2024 ma anche per il futuro. “L’accordo verrà scritto e approvato nelle prossime settimane”, ha aggiunto Agnelli, sottolineando che “in tutto il 2018 l’Eca e la Uefa hanno lavorato insieme per sviluppare una terza competizione europea che adesso attende l’approvazione dell’Esecutivo a dicembre. Se sarà approvato, nel 2024 ci sarà una nuova competizione, ma guardiamo anche oltre”.

-> Leggi anche Football Leaks, la replica di Infantino: “Sono deciso ad andare avanti”

Agnelli Superlega no Super Champion si

“La nostra intenzione è quella di cambiare insieme il calendario internazionale delle partite. Serve armonizzazione i calendari con i tornei che si giocheranno negli anni pari, dobbiamo anche vedere come gestire le finestre tra una competizione e l’altra e bilanciare le competizioni interne con quelle internazionali. Dovranno esserci dei periodi di riposo obbligatori: una volta fatto questo -ha aggiunto Agnelli- potremo decidere il format della competizione”. Riguardo l’ipotesi di una nuova ‘Superchampions’ con i migliori club europei al via, Agnelli si è limitato a dire: “Il futuro deve essere scritto. Ciò che non ci sarà è la Superlega. Non abbiamo mai parlato di Superlega -ha ribadito riferendosi alle rivelazioni di Football Leaks-. Quando sono venute fuori le notizie di Football Leaks, il presidente Ceferin mi ha chiesto chiarimenti e io gli ho detto di non averne mai parlato”.

-> Leggi anche Champions League, nuova formula dal 2018. Si studia la Superlega Mondiale