Juventus Inter, Spalletti in conferenza: “Loro fortissimi”

PSV Eindhoven-Inter

PSV Eindhoven-InterJUVENTUS INTER, PARLA SPALLETTI- A Torino, con la consapevolezza di andare a affrontare una delle squadre più forti e complete del mondo, ma anche con la consapevolezza di poter fare la propria partita. L’Inter arriverà all’Allianz chiaramente con i favori del pronostico, ma forte di tutto quanto di bene fatto in questa stagione. I nerazzurri sono attesi alla sfida di domani e avranno, dalla loro parte, l’appoggio anche dei tifosi napoletani, che sotto sotto sperano di accorciare sui bianconeri in vetta. Una partita difficile, ma per chi ha già fermato il Barcellona quest’anno non una missione impossibile. Al centro sportivo di Appiano Gentile ha parlato oggi in conferenza Luciano Spalletti, che ha caricato l’ambiente in vista della trasferta piemontese.

Juventus-Inter, Spalletti punta sulle certezze

L’allenatore nerazzurro spiega quale sarà l’atteggiamento dei suoi per la gara di domani. L’approccio sarà di quelli aggressivi, puntando sulle certezze della squadra: “Noi tutte le volte andremo li per vincere. Mi porto dietro certezze di una squadra che cresce e la squadra è sempre più completa nell’atteggiamento che dobbiamo avere dentro la partita. Abbiamo fatto buone gare, manca poco, siamo un’ottima squadra, mi porto dietro certezze.

Il punto forte della Juventus, a detta di Spalletti, non sono tanto i singoli quanto la solidità di squadra. Spiega infatti l’allenatore toscano come poter fermare gli avversari: “L’essere squadra, pressarli, blocco corto e pressare di continuo, togliendoli lo spazio per le giocate, questo può servire per batterli. Loro dominano perché sanno soffrire. E’ l’11 forte individualmente che ti porta al risultato, lo dice anche Allegri.

Uno sguardo poi lassù, alla vetta della classifica, con il pensiero nemmeno troppo folle di poter prendere i rivali: “Non è finita quando perdi una partita o una occasione. E’ finita quando non ci provi. Noi siamo convinti di questo. E’ chiaro che c’è una distanza importante in classifica ed è difficile andarli ad acchiappare. Ma accorciare questa distanza dipende da noi e iniziamo da questo”

Leggi anche: Juventus-Inter, la conferenza di Allegri