Infortunio Cancelo, menisco ko, operazione riuscita: ecco quando tornerà

infortunio Cancelo

INFORTUNIO CANCELO – Come rivelato da Massimiliano Allegri in conferenza stampa, c’era un solo modo per risolvere il problema fisico di Joao Cancelo; l’intervento chirurgico. Il giocatore portoghese della Juventus è stato sottoposto in serata a un intervento chirurgico di meniscectomia selettiva mediale al ginocchio destro. L’operazione eseguita dal professor Roberto Rossi, consulente di Juventus e JMedical, in presenza del responsabile sanitario del club bianconero Claudio Rigo presso la clinica Sedes Sapientiae, secondo quanto fa sapere la Juventus “è perfettamente riuscita”.

La riabilitazione

Già da domani il giocatore inizierà le cure riabilitative. Il giocatore potrà fare ritorno in campo solamente nel 2019 dopo la sosta. Brutta tegola per Allegri in quale dovrà rinunciare anche a Cuadrado per le prossime giornate. Intanto, in vista del derby di domani sera, lo stesso tecnico bianconero ha annunciato diverse novità. A centrocampo ci sarà spazio per Emre Can, mentre in porta dentro Perin dal primo minuto al posto di Szczesny. In avanti possibile impiego per Bernardeschi ma non è ancora chiaro se sarà Dybala o Mandzukic a fargli spazio. Per Cristiano Ronaldo sarà il primo Derby della Mole.

Leggi anche: Torino Juventus probabili formazioni, ecco le novità

Infortunio Cancelo: tempi di recupero e alternative

Il terzino portoghese, come detto, starà fermo fino alla sosta di gennaio e potrebbe tornare in campo in vista del match contro il Chievo, valido per la prima sfida del girone di ritorno, oppure in vista della delicata sfida dell’Olimpico contro la Lazio. Cancelo salterà 4-5 partite. Quali alternative per Allegri? Considerata anche l’assenza di Cuadrado, anche il colombiano potrebbe essere operato, Allegri dovrà affidarsi a De Sciglio, il quale ha ben figurato in questo inizio di campionato. L’ex Milan sarà chiamato in causa nelle prossime 4-5 partite. Suona l’allarme, ma la sensazione è che in casa Juventus trapeli massimo ottimismo e tranquillità.

-> Leggi anche Torino-Juventus, le probabili formazioni: Allegri rilancia Perin, Mazzari al completo