Marotta Paratici, lo scontro continua: “Affermazione fuori luogo”

Marotta Paratici
WARSAW, POLAND - JUNE 28: Fabio Paratici and Giuseppe Marotta look on prior to during the UEFA EURO 2012 semi final match between Germany and Italy at National Stadium on June 28, 2012 in Warsaw, Poland. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
Marotta Paratici
WARSAW, POLAND – JUNE 28: Fabio Paratici and Giuseppe Marotta look on prior to during the UEFA EURO 2012 semi final match between Germany and Italy at National Stadium on June 28, 2012 in Warsaw, Poland. (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

MAROTTA PARATICI – “Paratici dice vedremo cosa farà Icardi a giugno? Allora io dico vedremo cosa farà Dybala a giugno”. L’Amministratore Delegato dell’Inter, Beppe Marotta, risponde così alle parole del dirigente bianconero che in mattinata aveva aperto alla possibilità di trattare Icardi a giugno.

Marotta Paratici, le parole del DS della Juventus

Come riportato in giornata dalla nostra testata l’estate scorsa i bianconeri provarono a sferrare il colpo clamoroso: soffiare Icardi all’Inter. Parola di Paratici, che qualche giorno fa aveva ammesso come Icardi fosse una possibilità qualora non fosse arrivato Ronaldo. I campioni d’Italia vigilano sempre e per il prossimo giugno potrebbero riaprire il discorso, come sostiene a Radio Anch’io lo stesso direttore sportivo: “Siamo a febbraio, Icardi è un giocatore dell’Inter e noi abbiamo un finale di stagione importante. Domande sul giocatore saranno d’attualità o no solamente a giugno”.

-> Leggi anche: Juventus, Dybala ritrovato. E Paratici lo conferma per il futuro

La dura replica di Marotta

“Come dico sempre il calcio è un pò un ‘circo barnum’, ho risposto in modo ironico a un’affermazione a mio giudizio fuori luogo perché Icardi è un nostro tesserato ed è giusto che decidiamo noi il suo futuro”, sottolinea Marotta. “Icardi -prosegue il dirigente neroazzurro – non è sul mercato, non solo perché la scadenza del suo contratto è ancora lunga ma soprattutto perché è un giocatore di grande valore e rendimento che l’Inter vuole tenersi stretto. Poi se ci saranno evoluzioni diverse fa parte della sua volontà, quando un giocatore decide di andare via nessuno lo vuole trattenere. Ma mi pare che non ci siano queste sensazioni e io credo si possa continuare a lungo con lui”. Riguardo il possibile rinnovo di Icardi, Marotta conferma che “ho preso personalmente un impegno con Wanda Nara quando ci siamo visti per formulare a lei la nostra proposta, che terrà conto di tutti i coefficienti relativi al giocatore. Sarà una proposta mirata e fatta con grande rispetto e responsabilità. L’evoluzione della situazione -precisa- la vedremo più avanti, parliamo comunque di un giocatore che ha ancora due anni e mezzo di vincolo con l’Inter ed è azzardato parlare di rottura”.