Roma, il futuro di Di Francesco dipende da quello di Monchi

Fiorentina Roma Di Francesco

Crotone-NapoliROMA, Di Francesco e Monchi: un destino comune -La stagione è ancora tutta da scrivere, in casa Roma si inizia però a pensare già al prossimo anno. Con un finale di campionato e Champions da decifrare la dirigenza giallorossa sta programmando quella che dovrà essere la prossima stagione e, molto probabilmente, conoscerà importanti ribaltoni a livello dirigenziale, tecnico e di giocatori.

Il primo nome indiziato a partire è quello di Ramon Monchi, il direttore sportivo molto contestato da inizio stagione dai tifosi romanisti che, all’ex Siviglia, hanno ripetutamente contestato il fatto di aver venduto i migliori giocatori della rosa. Monchi fino ad oggi è stato il primo, e a tratti unico, sostenitore di Eusebio Di Francesco. Perfino dopo il 7-1 incassato a Firenze il dirigente spagnolo ha preso le difese dell’allenatore che, in caso di addio del ds, potrebbe anch’esso lasciare Roma. Il destino dei due infatti è collegato e non è da escludere la doppia partenza a giugno. Monchi, tra l’altro, è tentato da offerte in Premier (Arsenal su tutte) e dal ritorno a Siviglia. La sua permanenza all’ombra del Colosseo, dunque, ad oggi non sembra così scontata.

Leggi anche: Roma, le condizioni di Under

Roma, Sarri è il futuro?

L’affascinante ipotesi, lanciata anche da La Repubblica, è quella di vedere Maurizio Sarri sulla panchina della Roma nella prossima stagione. L’ex Napoli potrebbe presto lasciare il Chelsea ma non rimarrebbe “a piedi” per lungo tempo. Nei giorni scorsi infatti ci sarebbe stata a Londra una cena tra il tecnico e Stefano Baldini, occasione buona per parlare di futuro. Sarri è legato al Chelsea dai prossimi risultati, a partire dalla finale di Coppa di Lega contro il City di domenica. La Roma osserva, attende, e valuta il da farsi.