Squalifica Ronaldo, la UEFA decide domani: ecco cosa dice il regolamento

Squalifica Ronaldo
(Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)
Squalifica Ronaldo
TURIN, ITALY – MARCH 12: Cristiano Ronaldo of Juventus celebrates after scoring the opening goal during the UEFA Champions League Round of 16 Second Leg match between Juventus and Club de Atletico Madrid at Allianz Stadium on March 12, 2019 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

SQUALIFICA RONALDO – Il gestaccio nella partita Juventus-Atletico Madrid potrebbe costare molto a Cristiano Ronaldo, ma per sapere in quale misura bisognerà aspettare la giornata di domani. Il portoghese potrebbe ricevere solamente una multa in linea con quanto stabilito dai commi B e D dell’articolo 11 del regolamento disciplinare della Uefa: il primo riguarda la “violazione delle regole base della condotta”, mentre il secondo “il discredito portato al calcio e alla Uefa”. E’ questo l’articolo al quale fa riferimento la Uefa nell’apertura dell’inchiesta, e non il 15, che invece prevede la squalifica automatica come punizione per la provocazione agli spettatori.

Cosa rischia CR7

Altri esperti ritengono, invece, che Cristiano Ronaldo rischi una vera e propria squalifica, poiché il suo gesto di toccarsi più volte la zona inguinale era rivolto direttamente al settore occupato dalla tifoseria avversaria. Le mancate scuse e gli insulti dimostrati dal labiale del calciatore (“Hijos de puta”) potrebbero spingere la Uefa a considerare in ogni caso il gesto come “cattiva condotta” (“insulti verso altri giocatori o chiunque sia presente al match” e “atteggiamenti provocatori nei confronti degli spettatori”), provocando così la squalifica nei confronti della stella della Juventus.

-> leggi anche: UEFA, squalifica Ronaldo: cosa rischia davvero il portoghese?

Squalifica Ronaldo, la posizione della Società

In attesa della sentenza di domani, in casa bianconera sembra aleggiare un clima di fiducia. Il mister Massimiliano Allegri aveva ironicamente commentato cosi’: “Se squalificano tutti quelli che hanno esultato in campo e in tribuna dopo il 3-0…”. Il vicepresidente Nedved, invece, sulla questione aveva detto: “Non penso che verra’ squalificato. Bisogna capire certe emozioni, secondo me non ha fatto nulla di male”.