Liverpool-Porto, in campo 2 club che hanno vinto 18 titoli

Liverpool Porto statistiche
LIVERPOOL, ENGLAND - MARCH 06: Sadio Mane of Liverpool stretches for the ball while under pressure from Maximiliano of FC Porto during the UEFA Champions League Round of 16 second leg match between Liverpool and FC Porto at Anfield on March 6, 2018 in Liverpool, United Kingdom. (Photo by Shaun Botterill/Getty Images)
Liverpool Porto statistiche
(Photo by Shaun Botterill/Getty Images)

LIVERPOOL PORTO STATISTICHE – Martedì 9 aprile inizieranno i quarti di finale di Champions League e la prima sfida in programma è Liverpool-Porto. In ambito internazionale, la squadra portoghese è la più titolata del Paese, avendo vinto due Europa League (2002-2003 e 2010-2011), una Supercoppa Europea (1987) e 2 Coppe Intercontinentali (1987 e 2004). A questi si aggiungono una Coppa dei Campioni (1986-1987), vinta nell’ambito del primo triplete internazionale della storia (vincere nello stesso anno Champions League, Supercoppa Uefa e Coppa del mondo per club), e una Champions League (2003-2004).

Liverpool Porto statistiche, il palmares dei portoghesi

Dopo la conquista del titolo portoghese del 1985-1986, la Nazionale si qualificò per la Coppa dei Campioni della stagione successiva: il cammino iniziò con una clamorosa vittoria per 9 a 0 contro Malta. Dopo aver eliminato poi Vitkovice, Broendby e Dinamo Kiev, il Porto approdò per la prima volta in finale contro il temibile e favorito Bayern Monaco. Tra i portoghesi mancavano diversi giocatori, tra cui il bomber Fernando Gomes: dopo aver subito una rete nel primo tempo, dal 77′ all’80’ l’algerino Rabah Madjer e Juary segnarono due gol, portando la squadra a laurearsi campione d’Europa per la prima volta nella propria storia, riportando il trofeo in Portogallo dopo 25 anni. Nella stagione 2003-2004, invece, nonostante un inizio negativo in Champions League, caratterizzato da un pareggio 1 a 1 contro il Partizan e una sconfitta 1 a 3 contro il Real Madrid, il Porto riusci’ a piazzarsi secondo. I portoghesi eliminarono il Manchester United agli ottavi, il Lione ai quarti e il Deportivo La Coruna in semifinale. In finale la squadra di Mourinho sconfisse per 3-0 all’Arena AufSchalke il Monaco di Deschamps.

-> LEGGI ANCHE: Juventus, Salah non è più un sogno: Paratici lo vuole in bianconero

La bacheca dei Reds

Il Liverpool è tra le squadre più titolate al mondo, con 59 trofei, anche se in Inghilterra si piazza dietro al Manchester United. A livello internazionale i reds hanno vinto 3 Coppe Uefa, 3 Supercoppe europee e 5 Coppe dei Campioni/Champions League (1976-1977; 1977-1978; 1980-1981; 1983-1984 e 2004-2005).  Proprio in ambito Champions, il Liverpool fu coinvolto in una delle pagine più nere della storia del calcio europeo, quando il 29 maggio 1985 a Bruxelles, in Belgio, 39 persone persero la vita per via degli scontri allo stadio Heysel causati dagli hooligans inglesi prima della finale di Coppa dei Campioni con la Juventus. Dopo aver portato a casa sia il nono titolo nazionale che la seconda Coppa Uefa nel 1976, il Liverpool arrivò alla finale di Roma della Coppa dei Campioni l’anno successivo, contro il Borussia Monchengladbach, già sconfitta nella finale di Coppa UEFA del 1973. I reds trionfarono per 3-1, laureandosi campioni d’Europa per la prima volta. Il Liverpool replico’ il successo l’anno dopo nella finale di Wembley contro il Bruges, curiosamente già battuti anche loro in una finale di Uefa di due stagioni prima. Con Bob Paisely come allenatore, la squadra conquisto un’altra Coppa dei Campioni a Parigi nel 1981 contro il Real Madrid. Nel 1984 arrivò la quarta Coppa dei Campioni per il Liverpool, che vinse allo Stadio Olimpico contro la Roma. Per la prima volta nella sua storia, la finale della Coppa fu decisa ai calci di rigore dopo un pareggio 1 a 1: decisiva fu la strategia del portiere Grobbelaar, che oscillando le gambe in modo bizzarro e provocatorio, distrasse tutti i rigoristi giallorossi. La partita si concluse 4 a 2 per i reds. Passata sotto la guida dello spagnolo Rafael “Rafa” Benitez, il Liverpool conquisto nel 2005 la Champions League dopo una difficile rimonta al secondo tempo dallo 0 a 3 al 3 a 3 in finale contro il Milan. Dopo la serie di calci di rigore il match terminò 6 a 5 per i reds.

Giovanni Cardarello