Juventus-Ajax, Allegri in conferenza stampa: “Dovremmo essere delle iene”

Juventus Ajax conferenza Allegri
(Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)
(Photo by Marco BERTORELLO / AFP) (Photo credit should read MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

JUVENTUS AJAX CONFERENZA ALLEGRI – Archiviata l’indolore sconfitta di Ferrara contro la SPAL in casa Juventus è già tempo di rituffarsi in Champions League. Lunedì di vigilia per i bianconeri che domani sera ospiteranno all’Allianz Stadium l’Ajax nel ritorno dei quarti di finale di coppa. Obiettivo è difendere l’1-1 ottenuto mercoledì scorso ad Amsterdam, con i bianconeri consapevoli che i Lancieri sono capaci di grandi imprese come quella del Bernabeu contro il Real Madrid.

Le scelte del tecnico

L’allenamento di ieri ha dato delle prime risposte per quanto riguarda la situazione degli infortunati, risposte che dovranno essere confermate quest’oggi con l’ultima rifinitura prima della partita. Nel pomeriggio infatti i bianconeri si sono allenati alla Continassa per perfezionare le ultime cose in vista della gara di martedì sera. Chiellini e anche Mandzukic non sono tra i convocati per Juventus-Ajax di domani sera. Al posto del capitano giocherà Rugani, mentre il centravanti sarà il giovane Kean.

Leggi anche: Allegri, le parole dopo il ko di Ferrara

Juventus Ajax conferenza Allegri

“Domani in attacco può giocare uno tra Dybala e Kean o anche nessuno dei due. Di sicuro tutti quelli che giocheranno dovranno essere delle iene”. Così l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, in conferenza stampa alla vigilia del match di ritorno dei quarti di finale di Champions League contro l’Ajax. “L’andata non conta, dobbiamo giocare per vincere. Dobbiamo avere rispetto dell’Ajax quando dovremo difendere e essere più lucidi nel giocare il pallone, cosa che ad Amsterdam abbiamo fatto meno bene. Se facciamo queste cose bene passeremo il turno, nonostante le difficoltà che troveremo perché domani sarà una partita infinita”. Lo dice l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, in conferenza stampa alla vigilia del match di ritorno dei quarti di finale di Champions League contro l’Ajax. “Domani ci sarà bisogno di tutti, anche dei tifosi, perché si può raggiungere un grande traguardo, dovranno spingere i ragazzi a qualcosa di importante -aggiunge Allegri-. Come successo con l’Atletico, ma anche di più, perché ci saranno momenti in cui sarà necessario difendere e dovremo farlo tutti insieme“. “Non voglio assolutamente polemizzare perché non ne vale la pena e mi dispiace per le polemiche, è stata una mancanza di rispetto per i giocatori che sono scesi in campo, tra l’altro noi avevamo una formazione con nove nazionali”. L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, replica così alle polemiche in seguito alla formazione schierata sabato a Ferrara contro la Spal, con tanti titolari a riposo. “In campo c’era Kastanos che non è assolutamente un giocatore di serie C ma ha fatto già 10 partite in Serie A. L’unico ragazzo in campo era Gozzi che è un 2001 ed è stato il migliore in campo“, aggiunge Allegri ai microfoni di Sky Sport ai microfoni di Sky Sport alla vigilia del match di ritorno dei quarti di finale di Champions League contro l’Ajax.

Redazione Serie A News