Solo una multa? Il caso Luis Alberto raccontato da Inzaghi

Luis Alberto Lazio
Luis Alberto (Getty Images)

Luis Alberto sarà in campo contro il Crotone? Intervenuto in conferenza stampa, l’allenatore Simone Inzaghi ha fatto chiarezza

Non si è sbottonato e non avrebbe neppure potuto farlo per pretattica o strategia. Ma qualcosa ha detto, Simone Inzaghi, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida dello Scida contro il Crotone. L’allenatore della Lazio si è soffermato sui singoli, è felice di ritrovare Immobile, dispiaciuto per aver perso Milinkovic-Savic (colpito dal Covid) e, soprattutto, convinto di avere le idee chiare sul futuro di Luis Alberto: “Ha fatto una cavolata e sarà multato. Giocherà? Deciderò domani”. Queste le sue parole in risposta a chi provava a ricavare un indizio di formazione dal suo volto. Ci sarà riuscito? Forse.

Luis Alberto contro il Bologna (Getty Images)
Luis Alberto (Getty Images)

Solo una multa? Il caso Luis Alberto raccontato da Inzaghi

Le indiscrezioni delle ultime ore raccontavano della possibilità da parte di Inzaghi di lasciare fuori dalla partita contro il Crotone lo spagnolo. Una sorta di ulteriore punizione, dopo la salata multa, per la frase ormai nota su Lotito, l’aereo e gli stipendi arretrati. In realtà, dopo la conferenza stampa, aumentano le chance di vedere Luis Alberto in campo. Inzaghi, pur senza dirlo, ha fatto capire che il calciatore potrebbe cavarsela solo con una semplice sanzione.

D’altronde, in un momento simile, con la sua squadra già orfana di Milinkovic, sarebbe difficile rinunciare anche a Luis Alberto. E lo spagnolo, se sta bene, se sarà convocato, difficilmente guarderà i suoi dalla panchina. Anche perché, dopo l’episodio incriminato, altro è successo: il calciatore ha subito chiesto scusa e la Lazio, recentemente, ha retwittato un suo post durante l’allenamento. Un gesto significativo nell’era tecnologica in cui molte cose si raccontano con pollici e cuori.

LEGGI ANCHE >>> Lazio, la connessione veloce ha tradito Luis Alberto

L’importanza di Luis Alberto: difficile rinunciare allo spagnolo

Anche se in questa stagione non ha ancora effettuato assist, strano per uno come lui, Luis Alberto resta elemento imprescindibile per Inzaghi. Lo spagnolo è il cervello della sua squadra, dai suoi piedi passano tantissime azioni, con 2.7 passaggi chiave a partita è l’uomo più decisivo nella costruzione della manovra e anche uno dei più continui con 56 passaggi completati in ogni gara e una precisione superiore all’80%, dato molto alto se consideriamo che i suoi suggerimenti sono quasi sempre in verticale e in una zona di campo dove i difensori tendono a chiudere ogni varco. Dalle sue idee nascono le occasioni migliori, Immobile lo sa bene, e per questo Inzaghi, che in questi giorni ha fatto da mediatore tra Lotito e l’ex Liverpool, ci penserà bene prima di rinunciare a lui. Forse ha già scelto.