Psg, Tuchel addio: Motta, Allegri e un altro italiano per la successione

allegri
Massimiliano Allegri (Getty Images)

Il ko del Psg con il Monaco avvicina Tuchel alla porta d’uscita. Nei pensieri ci sono Motta, Allegri e altri due profili

La sconfitta del Psg nel Principato ha dato un altro forte scossone alla panchina di Tuchel, sempre più in bilico: per la sua successione Leonardo pensa anche a Thiago Motta e Allegri.

La fiducia nei confronti dell’allenatore tedesco è ormai a tempo, l’esame di martedì in Champions contro il Lipsia potrebbe risultare fatale. Il Psg comanda ancora la classifica della Ligue 1 ma non convince e la clamorosa sconfitta in rimonta subita dal Monaco non aiuta a cambiare i giudizi.

Ieri sera, con la formazione di Niko Kovac, avanti di due gol (doppietta di Mbappé), i parigini sono stati prima raggiunti dal bis di Volland e poi superati dal calcio di rigore di Cesc Fabregas, provocato da una grossa ingenuità di Diallo (espulso nella circostanza).

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Bonucci: “Allegri maestro nel gestire lo spogliatoio. Sarri? Con lui siamo…”

Thiago Motta candidato alla panchina del Psg: l’ex centrocampista conosce bene l’ambiente

Per il dopo Tuchel, il Psg riflette su Motta, Allegri, Pochettino e…

Les Parisiens mantengono 4 punti di vantaggio sul secondo posto ma Lilla e Marsiglia possono avvicinarsi (l’Olympique, con due partite in meno, virtualmente ha la possibilità di agganciarli).

Motivi a sufficienza per rendere l’avventura del tedesco vicina al capolinea sono dati soprattutto dal percorso Champions, in cui il Psg è terzo, a 3 punti dal Lipsia, prossimo avversario. Un nuovo ko al Parco dei Principi martedì renderebbe molto complicato il percorso nel prestigioso trofeo internazionale per club.

Leonardo, con cui il rapporto è ai minimi storici, pensa già al sostituto. Tra i candidati per sostituire Tuchel alla guida del Psg ci sono anche Thiago Motta e Massimiliano Allegri.

La candidatura di Thiago Motta è cominciata a circolare con insistenza nelle ultime settimane. L’italobrasiliano conosce bene l’ambiente. Ha indossato la maglia del Psg per sei anni e successivamente ne ha allenato la formazione Under 19.

Al Genoa, sul finire del 2019, non è riuscito a incidere: esonerato dopo 10 partite in cui ha ottenuto appena due vittorie. Per far decollare la sua carriera in panchina però riceverebbe la grande chance dei vice campioni d’Europa della scorsa Champions.

Oltre a Motta, uno dei massimi candidati per la panchina del Psg in caso di addio a Tuchel, è Massimiliano Allegri. Il toscano ormai conta i giorni per rientrare. Secondo quanto riferiscono fonti francesi, le sue opzioni sarebbero limitate da due fattori: volontà di tornare in serie A e ingaggio. Tuttavia l’ex allenatore della Juventus fa gola a Leonardo.

Nel pacchetto dei nomi accostati al Psg per il dopo Tuchel pure Mauricio Pochettino, che ha ricevuto il benservito dal Tottenham nella passata stagione, a pochi mesi di distanza dalla finale di Champions persa contro il Liverpool.

Sullo sfondo poi ci sarebbe anche Roberto Mancini ma le possibilità che l’allenatore di Jesi si lasci distogliere dagli Europei in programma a metà 2021 sembrano minime, soprattutto alla luce del contratto con la Figc.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Juventus, Bonucci: “Allegri maestro nel gestire lo spogliatoio. Sarri? Con lui siamo…”

Sorteggi Champions League: Juve-Barcellona e Inter-Real Madrid. Sorridono Atalanta e Lazio