Ferlaino risponde a Cabrini: “Pessotto a Napoli non avrebbe tentato il suicidio”

Ferlaino e Maradona
(Getty Images)

L’ex presidente del Napoli Corrado Ferlaino in un’intervista a Rai News 24 ha risposto alle parole di Cabrini. L’ex terzino sinistro della Juventus ha dichiarato che Maradona ha sofferto anche l’amore “malato” di Napoli, che se avesse giocato a Torino sarebbe ancora vivo.

Cabrini poi si è scusato ma oggi ha incassato due repliche, prima dall’ex compagno di squadra Tardelli che ha risposto così: “Se Maradona fosse andato alla Juventus, non sarebbe stato Maradona”. Poi da Ferlaino che domenica, poco prima della bandiera giallorossa Bruno Conti, si è recato anche a commemorare Maradona al murales ai Quartieri Spagnoli realizzato nel 1990, dopo il secondo scudetto.

LEGGI ANCHE >>> Insigne e l’ispirazione di Maradona, quel gol su punizione mancava da anni

Ferlaino riapre la polemica

A distanza di decenni, Maradona continua a generare polemiche, è tornato dopo la sua morte il dibattito sul personaggio, sugli errori commessi e in generale sulla condotta di vita.

Ci ha pensato Ferlaino a riaprire lo scontro con queste parole: “E quel giocatore della Juve che ha tentato il suicidio? A Napoli non sarebbe successo”. 

Diego Maradona Jr. anche ha avuto un diverbio verbale con Giuseppe Cruciani e David Parenzo della trasmissione “La Zanzara” per una frase in cui si dava a Maradona del cocainomane. La vicenda poi si è conclusa con una Instagram Story del figlio del Pibe de Oro: “Ho appena ricevuto le scuse di Cruciani e Parenzo, per me la questione è chiusa”

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Champions, Juventus-Dinamo Kiev: per la prima volta arbitrerà una donna

Conte non avrà gradito il regalo a sorpresa di Gattuso