Hakimi cancella i rumors di calciomercato e si riprende l’Inter

Hakimi Hernandez confronto
Achraf Hakimi (GettyImages)

Hakimi, tre gol da quando è in Italia, sembrava potesse vivere gli stessi problemi di Eriksen con l’Inter ma con il Bologna si è preso Conte

La risposta di Achraf Hakimi alle polemiche degli ultimi giorni è stata veemente e con la doppietta al Bologna ha risposto a chi credeva potesse verificarsi un altro caso Eriksen con Conte all’Inter.

Il marocchino per riprendersi la scena dopo il gol di Darmian con il Borussia Monchengladbach aveva bisogno di una prestazione importante. Performance che è arrivata al primo tentativo, sintomatico della personalità del 22enne ex Real Madrid, che da quando è in Italia ha già segnato 3 gol e dispensato 4 assist.

Numeri decisamente positivi che dovranno far ricredere pure Conte. L’apporto di Hakimi è molto importante per l’Inter e i 40 milioni spesi per lui non sono buttati. Uno dei motivi per cui i nerazzurri non possono permettersi di ripetere un nuovo caso Eriksen è proprio questo: mentre il danese è arrivato a parametro zero e nel peggiore dei casi frutterà una plusvalenza, per il marocchino l’Inter ha versato al Real una cifra considerevole.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Hakimi Inter
Hakimi (GettyImages)

Inter, Hakimi ha messo nel mirino il record stabilito con il Dortmund

Hakimi si era subito presentato al pubblico interista con un assist alla prima assoluta contro la Fiorentina e poi con un gol e un assist al Benevento in occasione del debutto da titolare. Adesso che ha sentito un po’ di rumori intorno al suo nome è tornato a bussare altre due volte contro il Bologna.

In campionato si era reso protagonista di un assist pure con il Torino mentre in Champions è fermo al passaggio decisivo per il terzo gol di Lukaku contro il Borussia Monchengladbach.

LEGGI ANCHE >>> Inter, Zaccagni ancora in gol: è Mattia il sostituto di Eriksen

La caccia al record della scorsa stagione è stata quindi appena avviata. Hakimi un anno fa impressionò tutti nel suo secondo anno al Borussia Dortmund per le sue doti poco comuni per un difensore. L’esterno con i gialloneri ha messo in cascina 9 gol e 10 assist nel passato corso. Per raggiungere queste cifre gli mancano ancora 6 gol e altrettanti assist.