Juventus, parla Khedira: il tedesco svela i piani per gennaio

Khedira Juventus
Khedira prepara le valigie (Getty Images)

Nel calciomercato di gennaio la Juventus, probabilmente, dirà addio a Khedira. Il giocatore tedesco, reduce da tanti infortuni, esce allo scoperto: ‘Voglio andare via per giocare’

In molti avevano visto il matrimonio tra Sami Khedira e la Juventus come una di quelle nozze che avrebbe funzionato e invece il calciomercato dovrebbe dividere il tedesco dai bianconeri.

Gli ultimi mesi, dopo un ottimo avvio, sono stati turbolenti per il centrocampista, praticamente mai sceso in campo. Lo stesso ex campione del Mondo, in un’intervista rilasciata all’autorevole giornale tedesco Bild, ha espresso tutto il proprio malcontento.

Khedira vuole andare via già nella finestra di calciomercato di gennaio e la Juventus, con ogni probabilità, lo lascerà partire. Il trentatreenne, infatti, non sembra rientrare nei piani di mister Pirlo, al di là dei problemi di carattere fisico.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Khedira pronto a lasciare la Juventus
Khedira pronto a lasciare la Juventus (Getty Images)

Khedira pronto a lasciare la Juventus, per lui Stoccarda ed Everton alla finestra

L’obiettivo di Khedira è chiaro e alla Juventus non resta che prenderne atto: lasciare nel calciomercato di gennaio. Il mediano campione del Mondo con la Germania tritatutto a Brasile 2014 si sente ancora pienamente in forze e vuole tornare a giocare da subito, anche per non perdere gli Europei.

LEGGI ANCHE >>> Juve, senti Khedira: Voglio andare in Premier. Contatti con Ancelotti e Mourinho

Le parole di Sami Khedira non lasciano spazio a molte interpretazioni: ‘A gennaio voglio andare via, sento il bisogno di giocare”. Il messaggio alla Juventus è chiaro, resta da capire la prossima destinazione del centrocampista. Al momento, le piste più accreditate, come ha ammesso lui stesso, sono due e portando in Bundesliga per quello che sarebbe un ritorno allo Stoccarda e in Premier League all’Everton dove troverebbe Carlo Ancelotti.