Derby al Real: Zidane cancella le incertezze con l’Atletico

Real Zidane Atletico
Zinedine Zidane (GettyImages)

Il Real di Zidane batte l’Atletico e cancella le perplessità. In una settimana la Casa Blanca si è rimessa in piedi e ha riaperto la Liga

Una settimana fa sembrava impossibile ma il Real di Zidane è tornato e il terzo indizio utile a fare una prova è arrivato dal derby con l’Atletico. Le Merengues hanno superato gli eterni rivali allenati dal “Cholo” Simeone.

Al “Di Stefano”, il Real Madrid in novanta minuti ha rifilato ai cugini due reti, tante quante i colchoneros ne avevano subite nelle prime dieci partite di campionato. La stracittadina di Madrid è stata vinta dal Real. Gli uomini di Zidane con un gol per tempo ha messo al tappeto l’Atletico, ancora leader in attesa di conoscere il risultato di domani della Real Sociedad contro l’Eibar.

I blancos sono passati in vantaggio con un gol di Casemiro dopo un quarto d’ora: la difesa di Simeone ha consentito al centrocampista brasiliano di colpire di testa sul corner calciato da Kroos. Nel secondo tempo è poi giunto il raddoppio: 2-0 generato da una carambola sfortunata in seguito a un tiro di Carvajal (palla sul palo e poi sulla schiena del portiere).

Il Real Madrid è tornato adesso a -3 dall’Atletico, che tuttavia ha una partita in meno. La Liga è comunque riaperta.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Real Zidane Atletico
Carvajal e Sergio Ramos dopo il raddoppio del Real (GettyImages)

In una settimana, Zinedine Zidane ha zittito tutte le critiche. Al Real Madrid sono bastati sette giorni per cancellare una partenza a rilento, sia in campionato che in Champions League.

I blancos hanno riscattato l’avvio in tre mosse. Sabato scorso hanno violato il Sanchez-Pizjuan, la casa del Siviglia, con una rete di Vinicius Jr. Mercoledì hanno raccolto il pass per gli ottavi di Champions con l’affermazione sul Borussia Monchengladbach con cui si sono aggiudicati un girone che li ha visti costantemente in affanno.

Infine, stasera hanno compiuto probabilmente l’impresa principale, “smontando” l’armata di Diego Simeone, mai battuta prima del derby in questa Liga.

LEGGI ANCHE >>> Real Madrid, calvario Hazard: tornerà solo nel 2021

Il calendario dà una mano a Sergio Ramos e compagni per provare ad accorciare ulteriormente le distanze dal primo posto da qui a fine anno. Il Real affronterà in successione l’Athletic Bilbao in casa, l’Eibar in trasferta, e ancora, il Granada al “Di Stefano” e l’Elche a domicilio. Quattro sfide in cui delle delusioni degli ultimi mesi potrebbe non restare più traccia.