I tre calciatori italiani cresciuti di più nel 2020

Locatelli ammonizione Sassuolo serie a
Locatelli (Getty Images)

Focus sui tre calciatori italiani di Serie A che, in termini economici, sono cresciuti di più in questo 2020

Il 2020 è stato un anno da dimenticare per molti ma qualcuno, nel calcio, ha trovato un piacevole rifugio, ricorderà a lungo questi infiniti dodici mesi perché è in questo periodo storico che ha costruito le sue future fortune. Bastoni, Locatelli e Pessina sono i tre calciatori italiani cresciuti di più. Il parametro utilizzato è quello delle valutazioni economiche dei tre calciatori al 1 gennaio 2020 rapportandola a quella attuale, un anno dopo in cui è successo di tutto.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Bastoni tra Mancini e Conte

Alessandro Bastoni, anni 21, è la vera sorpresa del 2020, un pilastro difensivo dell’Inter ma anche un sicuro convocato per i prossimi Europei. Uno di quelli che approfitterà del rinvio di un anno per rientrare nei 23. A inizio anno Bastoni valeva 23 milioni di euro, oggi ne vale 45, secondo Transfermarkt, con un incremento di 22 milioni giustificati da prestazioni sontuose come terzo a sinistra nel tridente difensivo di Conte. Bastoni, oltre alla sua struttura fisica, è un difensore unico nel suo genere per qualità tecniche e di palleggio. Nelle statistiche è uno dei calciatori di Conte che tocca più palloni. In Nazionale ha annullato Lewandowski e, complice la prolungata assenza di Chiellini, è riuscito ad ottenere la fiducia di Mancini, che punterà anche su di lui per i prossimi Europei.

Locatelli Nazionale
Locatelli Nazionale, futuro Juventus? (Getty Images)

Locatelli ringrazia De Zerbi

Il baby talento del Milan ha dovuto attendere un po’ di anni prima di esplodere. Dopo il gol super con la Juve, quando ancora vestiva il rossonero, non si era più ripetuto, forse perché le aspettative nei suoi confronti erano esagerate. Con De Zerbi allenatore, regista completo del Sassuolo, Locatelli, 22 anni, ha completato la sua crescita e oggi vale (almeno) 30 milioni di euro, valutazione destinata ad aumentare in sede di mercato con l’asta pronta a scatenarsi per la gioia del Sassuolo. Il 1 gennaio, Locatelli valeva 13 milioni, 17 in meno rispetto a quelli attuali. Una crescita esponenziale. Locatelli cuce i reparti, è un geometra ma anche un uomo generoso che pressa, ruba palla e riparte. Con qualità, personalità e un bel tiro. Anche lui prossimo alla convocazione per gli Europei.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, la top 11 della giornata 14: dal muro di Cragno allo show di Messias

Pessina a scuola da Juric e Gasperini

Il terzo italiano cresciuto di più nel 2020 in termini economici è Matteo Pessina, 23 anni, dell’Atalanta. Il centrocampista, a scuola da Juric e dal suo maestro Gasperini, ha saputo sfruttare la vetrina Verona dello scorso anno e quest’anno, complice l’addio prossimo di Gomez, ha conquistato con una certa continuità la trequarti dell’Atalanta. Un anno fa valeva 3 milioni, oggi 12, valore di mercato quadruplicato e destinato ad aumentare ancora. Merito dei suoi 7 gol lo scorso anno e di una qualità di base notevole confermata, a tratti, anche in nerazzurro.