Dybala e Juventus temporeggiano: a quando il rinnovo?

Dybala esulta dopo un gol
Paulo Dybala (Getty Images)

Nonostante le continue dichiarazioni di Dybala e Juventus, ancora non è fissata la data per l’incontro fra le parti, che non sarà probabilmente prima di febbraio.

Dybala-Juventus: storia di un un amore difficile. Tante volte se ne è parlato, con entrambe le parti in causa che non hanno mai mancato di dichiarare quanto sinceri e profondi fossero i sentimenti provati l’uno per l’altra.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La Vecchia Signora sogna di fare della Joya il punto cardine del proprio progetto, e considerato il talento cristallino del giocatore si tratta di un pensiero condivisibile. Paulo Dybala, allo stesso modo, ha espresso più volte in via ufficiale il desiderio di rimanere a Torino.

Vanno però considerati altri aspetti di questa situazione: il 10 bianconero non è più giovanissimo per gli standard del calcio mondiale (27 anni) e con il passare del tempo sembra proseguire su un percorso involutivo, sotto l’aspetto fisico e tecnico, che ha portato l’allenatore Andrea Pirlo a schierarlo in campo quest’anno solo 13 volte fra campionato e Champions League, ottenendo di ritorno un misero bottino di 2 gol e 0 assist.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, doppio obiettivo di Pirlo per gennaio: pronto l’affondo

Tutti dati che non aiutano di certo ad accrescere il valore di mercato del fantasista argentino, che fluttua intorno ai 70 milioni di €.

Paulo Dybala
La Juve si aspetta il meglio dal suo 10 (Getty Images)

Ancora oggi sembrano esistere distanze fra le parti

Ciò che più colpisce è il fatto che ancora non si sia trovato un momento per discutere del rinnovo. La Juventus sa che per tenere il giocatore dovrà presentare un’offerta da top player, Dybala sa che accettare l’offerta di Agnelli sarà una scelta cruciale per il suo futuro e la sua carriera. Si parla di una distanza fra domanda ed offerta di 5 milioni di €, con la società che ne offre 10 mentre l’entourage del giocatore ne richiede 15 annui.

A fare la differenza sarà il rendimento del giocatore e della squadra, ad oggi impegnata nella rincorsa alla vetta della classifica della Serie A, oltre ovviamente alla conquista dell’Europa, vero sogno di tutti i tifosi bianconeri.