Napoli, prima mossa dell’Atletico per Milik: la risposta di De Laurentiis

Napoli Milik Atletico Madrid
Arkadiusz Milik (GettyImages)

Il presidente del Napoli non fa sconti per Milik: l’Atletico valuta l’attaccante meno di 10 milioni ma De Laurentiis non è disposto a cedere

Arkadiusz Milik potrebbe avere i giorni contati al Napoli perché l’Atletico Madrid ha bussato concretamente alla porta di De Laurentiis dopo l’addio di Diego Costa. Il Mattino ha fatto il punto sulla situazione dell’attaccante polacco, in scadenza a giugno e vicino all’addio ai partenopei.

L’attaccante già durante la scorsa estate era sembrato sul punto di andare via ma alla fine è rimasto a Napoli. Il calciatore ex Ajax ha mercato, sia in Italia che all’estero. In passato a lui si sono avvicinate soprattutto Juventus, Roma e Atletico Madrid. Questi ultimi sono tornati alla carica nelle ultime ore, complice la risoluzione del contratto di Diego Costa, che costringe i colchoneros a dare un nuovo ariete a Diego Simeone.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Napoli Milik Atletico Madrid
Diego Simeone (GettyImages)

Napoli, Milik: la prima offerta dell’Atletico Madrid è insufficiente

Secondo l’edizione odierna de Il Mattino, la squadra spagnola avrebbe già fatto una prima offerta per il calciatore. I madrileni sono disposti ad arrivare a poco meno di 10 milioni di euro, giudicati insufficienti dal club di De Laurentiis. Il Napoli ne chiede 12 e sembra orientato a non fare sconti per privarsi di Milik, la cui ultima partita risale all’8 agosto.

Il giocatore non è stato iscritto alle competizioni di questa stagione e il presidente napoletano è disposto a proseguire il braccio di ferro fino al termine della stagione se per lui non dovesse arrivare l’offerta giusta.

LEGGI ANCHE >>> Milik ha detto sì all’Atletico Madrid

Il rischio che ne consegue naturalmente è che Milik possa andare via gratis a fine anno, dopo aver trascorso un’intera annata fuori dal rettangolo di gioco. Eccezion fatta per gli impegni in nazionale. Un sacrificio che potrebbe costargli pure l’esclusione dagli Europei, rinviati la scorsa estate a causa della pandemia.

Il calciomercato di gennaio dunque si preannuncia particolarmente importante per il polacco. Grande fermento intorno al suo nome. De Laurentiis ha un mese di tempo per piazzarlo alle sue condizioni, dopodiché sarà costretto a lasciarlo andar via senza ricavarne il becco di un quattrino.