Juventus, Pirlo in emergenza per l’Inter: le soluzioni alle pesanti assenze

Pirlo pensieroso
Pirlo (GettyImages)

La Juventus da una parte festeggia le tre vittorie consecutive contro Udinese, Milan e Sassuolo, dall’altra deve fare i conti con l’infermeria piena quando s’avvicina la sfida contro l’Inter e la Supercoppa contro il Napoli.

Ad oggi ci sono due assenze sicure: De Ligt, risultato positivo al Covid-19 l’8 gennaio e Dybala, che ha avuto una lesione di basso grado del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro e starà fuori una ventina di giorni.

Ci sono speranze per Cuadrado Alex Sandro, che hanno scoperto la positività al Coronavirus rispettivamente il 4 e 5 gennaio. Servirebbe un tampone negativo nel corso della settimana e poi bisognerebbe verificare la condizione atletica di entrambi. Al J Medical oggi c’erano anche gli acciaccati McKennie e Chiesa che, però, dovrebbero recuperare per la sfida contro l’Inter.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Le soluzioni di Pirlo: difesa quasi obbligata

In porta ci sarà Szczesny, Buffon giocherà mercoledì in Coppa Italia contro il Genoa. In difesa le scelte sono quasi obbligate: l’idea più probabile è confermare Danilo e Frabotta sulle corsie laterali con Demiral Bonucci al centro della difesa.

L’unica alternativa per la retroguardia potrebbe essere il “ripescaggio” di Chiellini in coppia con Bonucci, Demiral a destra e Danilo a sinistra. In panchina ci sarà anche Dragusin come alternativa. Il quadro sarebbe ovviamente diverso in caso di recupero di Cuadrado e Alex Sandro o di almeno uno dei due.

Il centrocampo è il reparto dove ci sono più soluzioni: Chiesa dovrebbe farcela a recuperare, a sinistra può toccare a Ramsey, in mezzo al campo tutto dipende dalle condizioni di McKennie. Ci sono anche Bentancur, Arthur Rabiot, vanno gestite le forze anche in vista della finale di Supercoppa in programma il 20 gennaio.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, l’agente di Morata rivela: “Altri due club italiani l’hanno cercata”

In attacco le scelte sono obbligate: esce Dybala, torna Morata al fianco di Cristiano Ronaldo. L’unica alternativa è Kulusevski a meno che il mercato non regali novità, Scamacca è il nome più caldo.