E’ passato in Serie A il calciatore più longevo al mondo: rinnova a 53 anni

miura yokohama
Miura con lo yokohama (Getty Images)

Ancora un rinnovo: a 53 anni non ha intenzione di smettere di giocare il calciatore più longevo al mondo, transitato anche in Serie A

Chiedetegli tutto, ma non di smettere di giocare perché a 53 anni non ne ha proprio voglia. Nuovo record per Kazuyoshi Miura che ha firmato il rinnovo con lo Yokohama FC: continuerà a calcare i campi di calcio giapponese per tutto il 2021. L’attaccante, classe 1967, è il calciatore più longevo della storia del calcio: superato il record detenuto  dal portiere Kevin Poole che decise di arrendersi all’età a 51 anni. Un passato di giramondo lo ha portato anche in Serie A: non si può non ricordare la stagione con il Genoa per Miura, 21 presenze e una rete con la maglia del Grifone nella stagione 1994/1995.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Miura Genoa
Miura con la maglia del Genoa (Getty Images)

Kazuyoshi Miura non si ritira: rinnovo a 53 anni

Sono passati 25 anni da quell’apparizione italiana e il 53enne non ha ancora deciso di abdicare agli anni che scorrono. Giocherà anche nel 2021 con la maglia dello Yokohama, squadra nella quale milita dal 2006. Prima e dopo apparizioni anche in Brasile (Santos e Palmeiras i club più prestigiosi in cui ha giocato), Croazia (con la Dinamo Zagabria) e Australia.

LEGGI ANCHE >>> Sorpresa Juventus, bomber da 30 milioni: chiusura imminente

L’attaccante racconta al sito del club cosa lo ha motivato a firmare un nuovo contratto e continuare a giocare: “Dopo la scorsa stagione segnata dal coronavirus, siamo felici di poter tornare a giocare. Le mie aspirazioni e la mia passione per il calcio stanno aumentando: voglio disputare più partite quest’anno e aiutare la squadra a vincere”. Per la carriera del 53enne (a febbraio compirà 54 anni) non c’è fine: al suo fianco nella stagione numero 35 sul rettangolo verde un altro ex ‘italiano’, Shunsuke Nakamura che con 42 candeline spente ha voglia di seguire le orme del suo compagno di squadra.