Fiorentina-Inter 1-2, Lukaku la decide ai supplementari ma è polemica viola

Inter Fiorentina
Inter Fiorentina Getty Images

L’Inter si qualifica ai quarti di finale di Coppa Italia, dopo aver battuto la Fiorentina con le reti di Vidal e Lukaku ai supplementari.

Non sono bastati 90′ a Inter e Fiorentina per decidere quale delle due avrebbe avuto diritto a conquistare gli ottavi di finale di Coppa Italia. La sfida, infatti, si è decisa ai supplementari, dopo un primo tempo in cui ha inciso fortemente il VAR.

Al 40′, infatti, Arturo Vidal l’ha sbloccata per i nerazzurri dal dischetto, dopo un fallo commesso da Terracciano sul cileno Sanchez. Decisivo l’intervento della tecnologia in campo, che ha corretto la scelta di Massa in favore dell’Inter. Tre minuti dopo ancora un episodio polemico a causa di un contatto in area tra Kouamé e Skriniar. Il direttore di gara ha prima concesso il rigore, poi rivedendo le immagini l’intervento del difensore appare limpido.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Fiorentina-Inter, 90′ non bastano: decide Lukaku ai supplementari

Fiorentina Inter
Fiorentina Inter Getty Images

Nel secondo tempo è proprio Kouamé a riaprire i giochi al 56′. In area Quarta prova la rovesciata, ma il pallone arriva al compagno di squadra che calcia su rimpallo e infila alla sinistra di Handanovic. L’Inter sembra in parte dominare la seconda frazione di gioco, ma la Fiorentina si mantiene viva con interessanti occasioni e Castrovilli con Bonaventura impressionano per la qualità delle giocate. Alla fine Massa fischia e si decide successivamente.

LEGGI ANCHE >>> L’ASL di Napoli colpisce ancora: fermati cinque tesserati dell’Empoli

Al 119′ l’unico a essere ancora lucidissimo è Lukaku, che rompe l’inerzia della sfida: Barella avvia l’azione, risale tutta la metà campo e serve con un assist perfetto il compagno di squadra già ben posizionato in area. Di testa è potente il tiro di Lukaku che decide così il match. Non sono mancate le proteste da parte della squadra viola, che ha avuto da recriminare sulla posizione di partenza dell’attaccante avversario, ma l’arbitro assegna la rete. La squadra di Conte ai quarti di finale, delusa la Fiorentina protagonista di un ottimo match e per la direzione arbitrale e per i risvolti di una gara disputata allo stesso livello dell’avversaria.