Valzer dei centrocampisti in Serie A, quattro nomi caldi

Duncan verso il Cagliari
Duncan verso il Cagliari - GettyImages

In Serie A è pronto un vero e proprio valzer dei centrocampisti, quattro nomi caldi in queste ore di mercato. 

Il calciomercato, uno dei più strani della storia recente, è già entrato nel vivo. L’emergenza Covid sta ovviamente incidendo su tutto il flusso legato ai trasferimenti, costringendo i club a lavorare di fantasia per cercare di imbastire operazioni in questa sessione invernale.

Anche i grandi club stanno affrontando le conseguenze di una crisi economica che ha pochi precedenti nel mondo del calcio, almeno nel recente passato. Nonostante tutto, però, i club si stanno muovendo come possono per cercare di rinforzare le proprie rose a disposizione.

Se le big stanno cercando di capire come muovere determinati tasselli, magari puntando anche a prestito o acquisti in prospettiva, le squadre di medio-bassa classifica provano allo stesso mondo a muovere qualche pedina. E cosi nelle prossime settimane potrebbe avere luogo un vero e proprio corposo movimento di centrocampisti in Serie A.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Valzer dei centrocampisti, ci sono quattro nomi caldi

Come riportato da Gianluca Di Marzio ai microfoni di Sky Sport, in queste ore si starebbe concretizzando il passaggio di Duncan al Cagliari: dopo essere stato accostato al Torino, infatti, il centrocampista della Fiorentina sembra proprio a raggiungere il suo ex allenatore Di Francesco in Sardegna.

Cosi proprio i granata stanno cercando di trovare un’alternativa a quella che poteva essere l’operazione Duncan: al momento i nomi caldi per la squadra di Giampaolo sono quelli di Kurtic del Parma e Lobotka del Napoli, con gli azzurri che non vorrebbero privarsi dello slovacco.

LEGGI ANCHE >>> Il Milan vuole subito Mandzukic: contatti in corso

C’è poi un quarto nome, ancora legato proprio al Torino: Meitè, infatti, sarebbe ormai vicinissimo al Milan con i contatti che proseguono serrata tra il club rossonero e quello di Cairo. Da qui, evidentemente, anche la necessità di mettere le mani su un nuovo centrocampista da regalare a Giampaolo.