Juve, per l’attacco spunta Piatek: possibile affare con scambio

Krzysztof Piatek
Krzysztof Piatek -GettyImages

Per l’attacco della Juventus spunta il nome di Piatek, un affare che potrebbe concludersi grazie ad uno scambio con l’Hertha Berlino.

La Juventus è alla ricerca di un attaccante che possa andare a rinforzare la rosa a disposizione di Andrea Pirlo. Diversi nomi sono stati fatti fino a questo momento, ma ad ora niente si è mosso e tutto resta avvolto in un alone di mistero. Molti pensavano che i bianconeri potessero fiondarsi su Arek Milik, ma il polacco sembra diretto verso Marsiglia.

Ed allora l’attenzione si è spostata su Scamacca, giovane attaccante che godrebbe dell’apprezzamento di dirigenza ed allenatore. Però, ad oggi, soltanto chiacchierata ma nessuna trattativa sbloccata. L’affare per l’attaccante di casa Genoa (ma di proprietà del Sassuolo) tardi a svoltare, e cosi la Juventus si guarda intorno.

Sono diversi i profili sui quali è finita l’attenzione del club bianconero, ed uno in particolare potrebbe rappresentare una soluzione last minute. Un ritorno in Italia, dopo l’esperienza in Bundesliga.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Federico Bernardeschi
Federico Bernardeschi – GettyImages

Juventus, spunta Piantek per l’attacco

Il nome che sembra poter fare al caso della Juventus – soprattutto che Scamacca dovesse alla fine restare al Genoa – è quello di Krzysztof Piatek, ex attaccante di Milan e Genoa che gradirebbe tornare in Italia dopo l’esperienza con l’Hertha Berlino. Tuttosport, infatti, rivela che proprio il polacco sarebbe finito sulla lista di Paratici.

Operazione sicuramente non semplice, vista anche la mancanza di liquidità nella casse della maggior parte dei club italiani. C’è, però, una soluzione alla quale la Juventus starebbe pensando: uno scambio – rivelato da Gianluca Di Marzio – con Federico Bernardeschi, che accontenterebbe cosi entrambe le parti.

LEGGI ANCHE >>> Mandzukic-Milan: è fatta! Domani l’attaccante in arrivo a Milano

Uno scambio di prestiti al quale, però, dovrà dare risposta proprio l’ex Fiorentina: i dubbi sulla riuscita di questa operazione, infatti, risiederebbero proprio nella poca convinzione da parte di Bernardeschi di accettare la proposta tedesca.