Il Psg sta pianificando il colpo Messi

messi barca
Messi dopo una rete messa a segno quest'anno in Champions League (Getty Images)

Il Paris Saint-Germain sogna il grande colpo per l’estate 2021: Leo Messi dal Barcellona. La strategia dei francesi è chiara

Se c’è una squadra che può permettersi anche solo di sognare l’acquisto di Lionel Messi, quella è il Paris Saint-Germain. Il club francese ha le risorse necessarie per bussare alla porta della Pulce convincendolo con la bontà del progetto tecnico ma, soprattutto, con un ingaggio che rispecchi quelle che sono le richieste dell’argentino. Se in passato la società parigina ha sempre glissato sull’argomento, dribblando domande scomode, stavolta Leonardo, direttore sportivo del Psg, apre una porticina, fa capire che, nel caso, il suo club non si farà trovare impreparato: “Messi? Grandi giocatori, come lui, saranno sempre sul nostro taccuino”. Leonardo va oltre e fa anche capire, in una lunga intervista a France Football, che esiste già una strategia finanziaria per il colpo del secolo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

leonardo pochettino psg
Leonardo (Getty Images)

Psg, Leonardo apre a Messi

Non dice che si farà, non è certo dell’affare, Leonardo si limita ad andare oltre la retorica: “Messi? Grandi giocatori come Messi saranno sempre sul taccuino del Psg, ma questo ovviamente non è il momento per parlarne o per sognarlo. Ma siamo seduti al grande tavolo di chi segue da vicino la pratica”. In sintesi: noi ci siamo, aspettiamo l’evolversi della situazione e siamo pronti a colpire. Serviranno tanti soldi per convincere la Pulce e, soprattutto, serviranno cessioni importanti, almeno una, per far spazio a Messi in campo e sul tetto del monte ingaggi.

LEGGI ANCHE >>> Tomori va al Milan: l’annuncio di Lampard

Il ds dei parigini spiega che Neymar e Mbappé, entrambi o almeno uno dei due, sono possibili cessioni, perché “non dobbiamo implorarli a restare”. Queste le testuali parole di Leonardo: “Non ci resta che trovare un accordo tra i loro desideri, le loro esigenze, le nostre aspettative e i nostri mezzi. Non dobbiamo implorarli ‘per favore, resta’. Chi vuole davvero restare rimarrà”. Mal che vada, ecco Messi.