El Shaarawy non ha ancora dribblato il Covid

El Shaarawy con la maglia della Nazionale
Stephan El Shaarawy - GettyImages

Tutto fatto per il ritorno di El Shaarawy alla Roma, mancano solo le visite mediche: il Faraone è ancora positivo e i test sono rinviati

Domani è un altro giorno e potrebbe essere quello decisivo, finalmente, per sorridere alla negatività di un tampone e avviarsi, entusiasta, a Villa Stuart, per le visite mediche di rito, per ottenere l’idoneità sportiva. E’ tutto fatto per il ritorno di Stephan El Shaarawy alla Roma, manca solo un test. Il Faraone, da giorni, è positivo al Covid, ha una carica virale sempre più bassa, ma anche l’ultimo tampone, effettuato questa mattina, ha dato esito positivo. Domani ne farà un altro sperando possa essere quello decisivo. L’attaccante non vede l’ora di tornare a Roma per ritrovare il campo e, magari, sperare di rientrare nei 23 di Mancini che parteciperanno agli Europei.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

el shaarawy roma
Stephan El Shaarawy – GettyImages

El Shaarawy e la Roma: a volte ritornano

Il Covid è l’ultimo ostacolo prima del ritorno del Faraone nella Capitale. L’accordo economico, scrive il Corriere dello Sport, è già stato raggiunto. L’esterno firmerà un contratto triennale con scadenza nel 2024 da 3,5 milioni di euro a stagione che coi bonus supereranno il tetto dei 4. La speranza di El Shaarawy è quella di poter essere già convocato per la sfida contro il Verona in programma domenica alle 20.45.

LEGGI ANCHE >>> Dimissioni Gattuso, De Laurentiis ora pensa al grande ritorno

El Shaarawy sarà un altro esterno a disposizione di Fonseca, nel 3-4-2-1 del tecnico giocherà sulla trequarti in una squadra che conosce bene e in un campionato dove si sente a casa. L’esperienza cinese, allo Shanghai Shenhua, è statao breve. La Roma, dove ha giocato dal 2016 al 2019, una nuova opportunità per rientrare nel giro della Nazionale.