Fiorentina, blindato un attaccante: conferma e fiducia

Daniele Pradè
Daniele Pradè (GettyImages)

Dopo il pareggio contro il Torino, la Fiorentina è ancora alla ricerca di certezze. Nel parco attaccanti c’è un giovane che ha guadagnato nuova fiducia.

La Fiorentina è alla ricerca di punti fermi, ma soprattutto di quella continuità che sul campo non è ancora emersa in maniera netta e decisa. L’arrivo di Cesare Prandelli sulla panchina viola ha dato uno scossone, anche se la strada per lasciarsi alle spalle definitivamente la crisi è ancora molto lunga.

Nelle scorse settimane, in casa viola, ha tenuto banco la questione calciomercato, e soprattutto l’attaccante necessario alla viola per poter provare a rilanciarsi in classifica. Dopo aver provato a portare a Firenze Milik, la dirigenza viola – preso il due di picche dal polacco – ha fatto retromarcia.

Vlahovic, va detto, si è dimostrato poi un attaccante di sicuro affidamento, anche se poi Commisso ha comunque deciso di muoversi per provare a regalare al suo allenatore un altro elemento di spesso. Cosi è arrivato Kokorin, dalla Russia, che va a rimpinguare il reparto offensivo. Ma qualcosa di interessante, già bolle nella stessa rosa viola.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Christian Kouame in campo
Christian Kouame (GettyImages)

Fiorentina, fiducia a Kouamè per il futuro

All’interno dell’organico viola non ha ancora mostrato tutte le sue doti Christian Kouamè, arrivato con belle speranze dal Genoa. Al momento il rendimento del giocatore ivoriano non è stato particolarmente brillante.

Per lui 22 presenze ma quasi mai partito da titolare, con soltanto due gol all’attivo. Cosi qualcuno ha cominciato a storcere il naso per un calciatore ancora giovane, ma poco incisivo in quel di Firenze.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, Mertens torna nel mirino di una vecchia pretendente

A sua difesa ha parlato nel pre partita il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè, che si è speso proprio a favore dell’attaccante: “Vogliamo puntare su Christian. Arriva da un infortunio importante e quando rientri in campo hai un picco di prestazioni e poi un calo. Adesso sta bene e può dare un contributo importante alla squadra”.