Il Verona torna a brillare, per il Parma è crisi nera

Il Verona esulta
Verona-Parma (GettyImages)

Sconfitta difficile da digerire, quella maturata al Bentegodi per il Parma. Al Verona, invece, tre punti che lasciano respirare dopo due sconfitte consecutive. 

Dopo due sconfitte consecutive, il Verona ha finalmente ritrovato la vittoria, dando nuovo slancio alla propria sconfitta ma soprattutto mostrando nuovamente quel gioco interessante e soldi che ha lanciato l’Hellas nella prima parte di stagione. Di fatto i clivensi sono stabilmente nella parte sinistra della classifica, ed anche stasera il successo contro il Parma ha confermato quanto bene abbia fatto Ivan Juric in questa stagione.

Dall’altra parte, purtroppo, un Parma sempre più in crisi. Nemmeno il ritorno di D’Aversa, dopo l’esonero di Fabio Liverani, sembra aver ridato vita ad una squadra che fa eccessivamente fatica a portare punti a casa. Ducali che nel match contro il Verona sono riusciti anche ad andare in vantaggio, grazie ad rigore conquistato abilmente da Karamoh, e poi trasformato magistralmente da Kucka.

Di fatto, uno dei poco squilli degni di nota da parte della squadra di D’Aversa che ha subito a larghi tratti la manovra avversaria, non riuscendo poi a sfruttare le poche occasioni a disposizione. Tanto lavoro anche da parte di Gervinho, movimenti e tanta forza di volontà da parte dell’attaccante che, però, non è riuscito a dare il cambio di passo decisivo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Barak esulta
Barak (GettyImages)

Verona-Parma, il ribaltone decisivo

Un Verona che non si è mai perso d’animo, nemmeno dopo la rete dello svantaggio subita dal dischetto. E cosi poco dopo i ragazzi di Juric hanno trovato il pareggio, grazie al tiro di Dimarco corretto in rete da Alberto Grassi per un autogol grossolano, che poco serviva ad una squadra come D’Aversa con già tante difficoltà.

Poi nella ripresa la svolta, con il Verona che ha approfittato grazie ad un calcio da fermo, gran punto debole del Parma di D’Aversa. A firmare il 2-1 è stato Barak, abile ad anticipare tutti in piena area di rigore e freddo nell’incornare sotto porta e battere Sepe.

LEGGI QUI >>> Milan, nuova svolta Ibra: il club prende posizione sullo svedese

Un ribaltone difficile da digerire per i ducali, che hanno provato nel finale a rimettere in piedi la partita, con la forza della disperazione di una squadra consapevole di star naufragando. Eppure, il Parma è uscito nuovamente con le ossa rotte dal Bentegodi. La corsa salvezza si fa molto complicata.