Dalla Spagna: Benitez parla del suo ritorno al Napoli

Benitez in posa
Rafa Benitez (GettyImages)

Benitez ha parlato di un suo possibile ritorno al Napoli ai microfoni di Onda Cero: parole dolci per i tifosi e i suoi ex calciatori

Rafa Benitez è stato accostato più volte nell’ultimo periodo alla panchina del Napoli. L’allenatore spagnolo ne ha parlato in prima persona ai microfoni dei colleghi di Onda Cero. Il tecnico è senza contratto dopo aver concluso la sua esperienza biennale in Cina, al Dalian Professional.

Il madrileno ha già diretto il Napoli tra il 2013 e il 2015. Al termine dell’avventura con i partenopei è transitato sulle panchine di Real Madrid e Newcastle prima dell’avventura cinese.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Benitez Napoli
Benitez (GettyImages)

Benitez: “Io al Napoli? Non tiratemi di bocca cose che non voglio dire”

Il tecnico è “sceso in campo” in prima persona per parlare della possibilità del suo ritorno al Napoli. L’ex allenatore tra le altre del Liverpool ha preferito fare melina, dicendo molto poco ma lasciando intendere i suoi grandi ricordi legati alla formazione azzurra. “Ho una grande relazione con i tifosi del Napoli e inoltre sento ancora la squadra”, ha detto Rafa Benitez intervistato da Onda Cero, radio spagnola.

L’allenatore madrileno ha poi aggiunto: “Non tiratemi dalla bocca parole che non voglio dire, preferisco non esprimermi. Ha poi parlato di alcuni calciatori presenti durante la sua gestione: Zapata, Koulibaly e Ghoulam. “Pellegrino, suo ex allenatore – ha detto riferendosi all’attaccante – me ne aveva parlato benissimo. In quel momento era ancora giovane e aveva bisogno di giocare con continuità, al Napoli era chiuso da Higuain, Mertens e gli altri per cui non era semplice trovare spazio”. Sugli altri due ha aggiunto: “Hanno avuto modo di crescere al fianco di calciatori più esperti come Albiol“.

LEGGI ANCHE >>>  Juan Mata gratis in Serie A: lo spagnolo in una big italiana

In tre stagioni con i partenopei, Benitez ha vinto una Coppa Italia (contro la Fiorentina) e una Supercoppa Italia (contro la Juventus). In Europa League ha invece raggiunto una semifinale, salvo poi essere buttato fuori a un passo dalla finale dagli ucraini del Dnipro di Markevych.

Lo spagnolo, tra i sui trofei, annovera anche una Champions League, vinta con il Liverpool, a discapito del Milan. Una sfida che i tifosi rossoneri ricorderanno con grande dispiacere. Quel giorno, il 24 maggio 2005, i Reds ribaltarono il 3-0 del primo tempo.