Il sostituto di Dzeko che non avevamo considerato

Dzeko si allena con i compagni e scalpita
Edin Dzeko, centravanti Roma (Getty Images)

Oltre a Borja Mayoral, esiste un altro calciatore nella rosa della Roma che potrebbe sostituire l’infortunato Dzeko

Di necessità virtù: si va avanti con questo concetto per molte squadre del campionato italiano e non solo a causa dei molteplici impegni che comportano infortuni e pesanti assenze. L’ultima in casa Roma è quella di Edin Dzeko che s’è fermato in Europa League contro il Braga e sarà costretto a restare fuori per 2-3 settimane. Chi potrà sostituirlo? Il suo naturale alter ego è Borja Mayoral che, tra l’altro, quando è stato impiegato da titolare, ha sempre fatto molto bene, segnando diversi gol.

Ma esiste un altro calciatore della rosa giallorossa che, all’occorrenza, potrebbe sostituire Dzeko. Si tratta di El Shaarawy. L’annuncio è stato dato da Fonseca in conferenza stampa alla vigilia della partita contro il Milan: “Sì, volendo può ricoprire quel ruolo”. Una possibilità remota, al momento, dato che c’è lo spagnolo, ma da considerare quando, molto presto, la stagione entrerà nel vivo, con tanti impegni ravvicinati.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Stephan El Shaarawy in allenamento
Stephan El Shaarawy (GettyImages)

Roma, l’alter ego di Dzeko

El Shaarawy nasce come esterno offensivo ma nel corso della sua carriera ha già ricoperto il ruolo di attaccante centrale. Le statistiche ricordano che l’ex Milan ha giocato da punta 13 volte con 4 gol e 2 assist all’attivo. Come a dire: snaturato, sì, ma pur sempre incisivo. Per questo Fonseca ci pensa. D’altronde Borja Mayoral non potrà giocarle tutte. Servirà un po’ di riposo e una naturale alternanza ed ecco l’idea El Shaarawy.

LEGGI ANCHE >>> Fonseca e la frase (sul futuro) che non significa nulla

Il Faraone è tornato alla Roma nel mercato di gennaio, al momento ha giocato poco, deve ritrovare la miglior condizione fisica. Nel ruolo di punta centrale offrirebbe la sua rapidità e qualità, ma con difficoltà nella difesa del pallone spalle alla porta. In questo Dzeko è un maestro. Dovrà essere brava la squadra, nel caso, a supportarlo. In attesa del ritorno di Edin.