Crotone, balla la panchina di Stroppa: due nomi caldi in caso di esonero

Giovanni Stroppa dalla panchina
Giovanni Stroppa (GettyImages)

Per il Crotone le cose si stanno mettendo decisamente male. Ecco perchè la posizione di Stroppa non è più solida, spuntano i nomi che potrebbero prendere il suo posto.

Un’altra sconfitta pesante, quella subita ieri dal Crotone di Giovanni Stroppa. Una situazione, quella dei calabresi, che desta non poche preoccupazioni. L’ultimo posto in classifica è occupato in pianta stabile proprio dallo “Squalo” che non riesce a venirne fuori. In molto speravano proprio nella partita contro il Cagliari per provare a risollevare la situazione dei calabresi, magari approfittando del periodo di transizione che stanno attraversando i sardi. Il Crotone, invece, è incappato in un’altra sconfitta, alimentando lo scontento in tutto l’ambiente.

Se è vero che qualche settimana fa Giovanni Stroppa aveva incassato la conferma della dirigenza, ad oggi di certezze non ce ne sono. Il Crotone sembra ormai lanciato su una strada che porta diretta verso la Serie B, ma va da sé che il Crotone non si lascerà affondare senza aver provato tutte le mosse necessarie per provare a portare a casa la salvezza.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Crotone, Stroppa i rischio: i possibili sostituti

Walter Zenga dalla panchina
Walter Zenga (GettyImages)

Come detto, la posizione di Giovanni Stroppa non è poi cosi salda. Da capire se una decisione da parte della dirigenza possa essere presa da qui a breve, ma va detto che già qualche nome è stato accostato alla panchina del Crotone in caso di esonero dell’attuale tecnico.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, Italiano per il futuro? Il tecnico prende posizione

Uno di quelli che accetterebbe di tornare in Calabria è Walter Zenga, profilo gradito anche dalla società. Un candidato caldo, cosi come Aurelio Andreazzoli, un altro dei nomi accostati ai calabresi che sembra più alto nelle gerarchie rispetto ad altri papabili.

Difficili, infatti, le piste che portano a profili come Ventura, Donadoni e Di Biagio. Da comprendere, infatti, che resta comunque una scelta molto forte quella di prendere per mano una squadra che sembra ormai diretta verso la Serie B.

Il Crotone, infatti, al momento è ultimo in classifica con ben otto punti di ritardo dal terz’ultimo posto, occupato dal Torino che – va detto – ha una partita in meno, visto il match rinviato e da recuperare con il Sassuolo.