Juventus, Pirlo: suggerimento a McKennie e ringraziamento a Ronaldo

Pirlo Lazio Porto
Pirlo (GettyImages)

Il tecnico della Juventus Pirlo ha dato molti spunti durante la conferenza stampa della gara con la Lazio, al Porto penserà solo dopo

In casa Juventus la concentrazione è già rivolta alla sfida di domani sera contro la Lazio. Una gara molto importante in chiave Champions. Su di essa si è espresso in conferenza stampa Andrea Pirlo. L’allenatore della Juventus ha toccato diversi temi durante il suo intervento davanti alla stampa.

L’allenatore bianconero non vuole lasciarsi distrarre dalla delicata sfida con il Porto. Contro i portoghesi bisognerà ribaltare la sconfitta dell’andata, Pirlo però pone tutti i cinque sensi sulla prossima partita contro la Lazio. “Dobbiamo pensare al presente e al momento è rappresentato dalla gara di domani contro la Lazio. Qualcuno si è allenato a parte ma abbiamo ancora un giorno per recuperarlo. Senza Bentancur saremo costretti ad altre scelte, non abbiamo tante opzioni e dovremo inventarci qualcosa. Fagioli potrebbe partire dall’inizio. Abbiamo saputo dello Spezia, se ci sono dei focolai non lo sappiamo ancora. Abbiamo fatto i tamponi”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Pirlo Lazio Porto
Andrea Pirlo (GettyImages)

Juventus, Pirlo: “Lazio squadra difficile. Al Porto penseremo soltanto dopo, siamo in corsa su tutti i fronti”

Il tecnico si è soffermato chiaramente sui biancocelesti: “La Lazio è un’ottima squadra, un blocco ormai collaudato, giocano insieme da cinque-sei anni. Hanno mantenuto questa ossatura e dunque possiedono un gioco riconoscibile. I risultati parlano chiaro in loro favore, non a caso negli ultimi anni hanno raggiunto grandi risultati. Lotteranno fino alla fine per stazionare nelle prime posizioni. Abbiamo comunque preparato l’incontro con grande attenzione. Conosciamo le loro caratteristiche, sono molto bravi giocando di rimessa, gestiscono bene il pallone, soprattutto con le mezzali”.

Il tecnico ha poi fatto il punto sugli infortunati: “De Ligt non si è ancora allenato. Domani vediamo come starà e se sarà possibile recuperarlo. Bonucci proviene da 16 giorni di inattività ma oggi si è allenato in parte con il gruppo. Vedremo, non è sicura la sua titolarità domani. Anche Morata sta meglio, spero possa fare più di 30 minuti. Spero di avere Arthur contro il Porto ma questo dipenderà da alcuni fattori. Siamo in corsa su tutti i fronti. Lotteremo fino alla fine”.

Pirlo ha parlato pure di McKennie e Ronaldo: “McKennie è stato scelto per le sue caratteristiche. Adesso lo abbiamo riscattato ma deve capire che questo è per lui un punto di partenza e non di arrivo. Se pensa di essere arrivato si sbaglia di grosso. Cristiano Ronaldo ci sta dando una grossa mano. Ha bisogno di riposare ma in questo momento abbiamo gli uomini contati e lui ci sta dando una grossa mano confermando di essere un professionista esemplare”.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, la scelta azzardata: sliding doors clamoroso in attacco

Il tecnico ha rivolto un ultimo pensiero allo scudetto: “Se l’Inter continuerà a vincere sempre allora vincerà lo scudetto. Altrimenti ci faremo trovare pronti per approfittare di qualche loro passo falso. Se non sbaglieranno mai gli faremo i complimenti”.