Champions, la cronaca di Juventus-Porto 3-2 d.t.s

Juventus e Porto in campo
Juventus-Porto (GettyImages)

Alle 21 luci accese all’Allianz Stadium per il ritorno degli ottavi di Champions League, scendono in campo Juventus e Porto.

Per la Juventus è il momento della verità. I bianconeri sono pronti a dare tutto per proseguire il proprio percorso in Europa e cercare di tenere botta per uno degli obiettivi stagionali. La corsa Scudetto prosegue, con l’Inter che però continua ad essere lontana con ben dieci punti di vantaggio.

Ecco perchè proprio la Champions assume un significato ben più importanti. Arrivare fino in fondo alla competizione rappresenta uno step importante nella mente di Andrea Pirlo, che anche stasera dovrà dare dimostrazione di forza ma soprattutto chiarire di che pasta è fatta la sua squadra.

La Juventus ha vinto tre delle ultime quattro partite, e dunque si trova in un momento indubbiamente positivo. Anche l’ultimo successo contro la Lazio di Inzaghi ha regalato un sorriso ai tifosi bianconeri, che adesso però si aspettano il colpo grosso.

All’andata, in Portogallo, non è andata benissimo. Il Porto, infatti, si è imposto per 2-1 e dunque ha ben due risultati su tre da poter sfruttare per conquistare il passaggio del turno. Per la Juventus, ovviamente, anche questo rappresenta uno stimolo in più per partire a grande intensità fin dal primo minuto.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Juventus-Porto, le probabili formazioni

Diversi recuperi importanti per Pirlo, soprattutto per quanto concerne il reparto arretrato. Sicura la presenza dal primo minuto di Leonardo Bonucci, con Demiral al suo fianco, in quest’ultimo in vantaggio su Chiellini. In attacco, ovviamente, ci sarà Morata insieme a Cristiano Ronaldo.

JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, Demiral, Alex Sandro; Ramsey, Arthur, Rabiot, Chiesa; Morata, Ronaldo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Conceicao non sa se potrà schierare Pepe dall’inizio, dubbio che porterà con sé fino a pochi minuti dal fischio d’inizio. In avanti spazio al tridente composto da Corone, Marega e Luis Diaz.

PORTO (4-3-3): Marchesin; Manafà, Mbemba, Diogo Leite, Zaidu; Uribe, Sergio Oliveira, Otavio; Corona, Marega, Luis Diaz.