Perché Allegri (e Conte) sta facendo litigare i tifosi dell’Inter

Allegri festeggia lo scudetto
Allegri (Getty Images)

La vittoria dell’Inter di Conte contro l’Atalanta tira in ballo anche Allegri e i tifosi si spaccano sui social

L’Inter di Antonio Conte vince contro l’Atalanta e fa un passo deciso verso lo Scudetto. Restano sei i punti di vantaggio sul Milan con una partita in meno e uno scontro diretto alle spalle. Nello spogliatoio nerazzurro ieri sera c’era aria di festa, di chi sente che l’obiettivo è più vicino. Restano dodici partite da giocare per coronare un’attesa lunga oltre dieci anni, ma i successi dell’Inter fanno storcere il naso.

Anche la vittoria di ieri sera contro l’Atalanta di Gasperini non è stata esente da polemiche: Conte ha preparato una gara di attesa per reggere all’onda d’urto dell’attacco bergamasco e colpire in contropiede. Missione riuscita sul campo, ma fuori c’è chi tira in ballo il classico ritornello sul bel gioco. Ed allora ecco spuntare anche il nome di Massimiliano Allegri, improvvisamente trend topic su Twitter: proprio il paragone Conte-Allegri fa discutere e litigare sui social.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Conte dà indicazioni
Conte (Getty Images)

L’Inter di Conte come la Juve di Allegri: è polemica

Tifosi nerazzurri e bianconeri (ma non solo) si confrontano sul paragone tra l’impostazione tattica di Conte e quella che ha consentito ad Allegri di vincere quattro scudetti consecutivi alla Juventus. Sono soprattutto i tifosi juventini a voler rimarcare la distanza, tirando in ballo i risultati europei di Allegri (due finali Champions), decisamente migliori rispetto a quelli ottenuti dal tecnico salentino (due volte fuori alla fase a gironi).

LEGGI ANCHE >>> Dall’Inghilterra sirene di mercato per un difensore della Juventus

“Non paragonate il gioco di Allegri con quello di Conte. Allegri era avanti anni luce” scrive un utente che parteggia evidentemente per il tecnico toscano. Un altro, invece, apprezza la scelta di Conte: “Basta con questa stupidaggine del bel gioco, non c’è niente di male a fare un calcio difensivo”. Insomma due fazioni opposte che riversano su Conte e Allegri la loro rivalità sportiva: resta il campo e i risultati perché alla fine restano i successi nella storia.