“Ronaldo non è adatto al gioco di Pirlo”: la bocciatura a sorpresa

Ronaldo con le mani nella rete
Ronaldo (Getty Images)

Cristiano Ronaldo contro la Lazio è partito dalla panchina e la Juventus ha vinto senza di lui: ora il Porto ed intanto arriva una bocciatura eccellente

La Juventus è attesa questa sera dalla sfida verità: contro il Porto è dentro o fuori per la Champions e non solo. Pirlo non pensa alla sfida con i portoghesi come decisiva per il suo futuro, ma di certo uscire dall’Europa agli ottavi, soprattutto con lo Scudetto lontano dieci punti, non agevolerà la sua conferma sulla panchina bianconera. Vincere diventa determinante per continuare a coltivare il sogno Champions ma anche per proseguire con il progetto avviato la scorsa estate. Le premesse per la rimonta ci sono: contro la Lazio, dopo venti minuti molto difficili, i bianconeri hanno preso in mano il pallino del gioco e portato a casa una vittoria (3-1) che ha dato nuovo entusiasmo al gruppo.

Un successo arrivato con Ronaldo in panchina proprio per preservarlo in vista della sfida di questa sera. Per la prima volta l’assenza di CR7 non è coincisa con una non vittoria della Juve: in precedenza in stagione, mai i bianconeri erano riusciti a vincere senza il loro numero 7. Eppure c’è chi è convinto che proprio l’ex Real Madrid possa essere un problema per il gioco di Pirlo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ronaldo palla al piede
Ronaldo (Getty Images)

Juventus, Vieri: “Ronaldo non adatto al gioco di Pirlo”

Ad avanzare dubbi è un ex bomber come Christian Vieri, uno che di attaccanti e gol ne capisce. Dalla sua ‘Bobo tv’ su Twitch, l’ex attaccante ha commentato il successo della Juventus in casa contro la Lazio. Vieri ha definito la vittoria bianconera “un grande successo contro una buona squadra”. Poi ha aggiunto una chiosa destinata a far discutere: “Hanno fatto tre gol in rimonta, poi con Ronaldo in panchina. Forse per il gioco di Pirlo Cristiano Ronaldo non è adatto”.

LEGGI ANCHE >>> Dall’Inghilterra sirene di mercato per un difensore della Juventus

Questo il giudizio dell’ex attaccante sul fuoriclasse portoghese. Lo stesso che questa sera è chiamato a trascinare la Juventus ai quarti di finale di Champions League per evitare che la stagione prenda le pieghe di un fallimento. E magari per ‘smentire’ sul campo il giudizio di Vieri.