Il ritardo che Conte non aveva previsto

Antonio Conte sbraccia
Conte (Getty Images)

C’è un giocatore dell’Inter di Conte che, nelle statistiche, si è fermato: dopo un avvio super ha smesso di segnare

Poi, ad un certo punto, s’è fermato. Dopo aver fatto scorta di gol e sprint, di assist ed elogi. Ha segnato sei gol nella prima parte di stagione, quindi ha deciso di prendersi una pausa. Starà rifiatando prima di tornare a correre. Achraf Hakimi, il grande colpo del mercato estivo dell’Inter, ha segnato l’ultima splendida rete il 10 gennaio scorso contro la Roma. Da allora è rimasto a secco, oltre due mesi senza segnare, una notizia dopo l’iniziale rendimento.

Se ne sono accorti tutti: Conte, i compagni, i fantallenatori e lo stesso Hakimi, le cui prestazioni sono sempre oltre la sufficienza, ma con qualche pausa rispetto al 2020. Probabilmente il laterale ex Real Madrid sta ritrovando la miglior condizione fisica. Per l’Inter, il suo digiuno rappresenta un normale momento di flessione, l’importante – per Conte – è che la squadra continui a girare, segnare (con tutti) e vincere. L’obiettivo, d’altronde, resta sempre lo scudetto.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Hakimi Hernandez confronto
Achraf Hakimi (GettyImages)

Inter, Hakimi si è fermato

Il laterale marocchino aveva stupito tutti in questa stagione: era stato il grande colpo dell’Inter, l’esterno in grado di cambiare volto al 3-5-2 di Conte. Ci è riuscito, Hakimi, autore di sei gol, quattro assist, una serie di partite di alto livello grazie alle quali era riuscito a dribblare anche la diffidenza dei pochi che, al suo arrivo, nutrivano dubbi sulle sue qualità e sulla sua capacità di integrarsi nella tattica della Serie A.

LEGGI ANCHE >>> La mossa di Suning per tenersi l’Inter

Hakimi è stato in grado di adattarsi subito al campionato italiano firmando sei gol, alcuni molto belli, come i due realizzati contro il Bologna o, appunto, l’ultimo, all’Olimpico, contro la Roma. Il 10 gennaio scorso. Da allora, stop. Ma Hakimi, anni 22, avrà tempo e modo per riscattarsi. Magari già col Torino. L’Inter si sta avvicinando al momento decisivo della stagione, vuole blindare il primo posto, difendendo lo scudetto, e per farlo avrà bisogno di tutti. Hakimi non vede l’ora di tornare a segnare.