Champions, la cronaca di Real Madrid-Atalanta 3-1

Ruslan Malinovskyi e Toni Kroos in azione
Ruslan Malinovskyi e Toni Kroos (GettyImages)

Alle 21 tornano gli ottavi di finale di Champions League, scendono in campo anche il Real Madrid e l’Atalanta di Gasperini.

Nonostante lo scarto non sia particolarmente largo, quella dell’Atalanta resta un’impresa per passare il turno. L’1-0 subito nel match di andata resta un risultato ovviamente difficile da ribaltare, soprattutto quando di fronte c’è una compagine tra le più importanti in Europa come il Real Madrid. Resta il fatto, però, che l’Atalanta ovviamente non affronterà gli avversari con uno spirito di resa. La Dea attendeva di poter giocare un match del genere ormai da tantissimo tempo, e proprio per questo metterà in campo tutte le armi possibili per tentare il clamoroso ribaltone.

D’altronde, il Real non è una corazzata imbattibile (anche se l’ultima sconfitta è arrivata soltanto il 30 gennaio contro il Levante), e i due pareggi nelle ultime tre partite sono una testimonianza concreta che ai blancos si può ancora far male. I nerazzurri, di contro, arrivano dalla vittoria in campionato contro lo Spezia, e proprio da questo risultato positivo si proverà a costruire una rimonta improbabile, ma non impossibile.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Real Madrid-Atalanta, le formazioni ufficiali

Per il Real il pericolo numero uno sarà sicuramente Benzema, titolare insieme a Vinicius nel duo d’attacco madrileno. A centrocampo occhio a Modrid e Lucas che andranno a comporre le geometrie della squadra di Zidane.

Real Madrid (3-5-2): Courtois; Nacho, Ramos, Varane; Lucas Vazquez, Modric, Valverde, Kroos, Mendy; Vinicius, Benzema.

LEGGI ANCHE >>> “I tifosi tornano allo stadio”: l’annuncio (perentorio) della UEFA

Muriel sarà il riferimento offensivo per i ragazzi di Gasperini, mentre alle sue spalle Pessina e Malinivskyi agiranno per provare a costruire in favore del colombiano. Titolare anche Pasalic, protagonista dell’ultima vittoria.

Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle, De Roon, Pasalic, Gosens; Malinovskyi, Pessina; Muriel.