L’indizio sul futuro di Ibrahimovic

Ibrahimovic in panchina
Ibrahimovic (Getty Images)

Il Milan è alla ricerca di un altro attaccante, secondo gli ultimi rumors, e questo potrebbe essere un indizio sul futuro di Ibrahimovic

Ibrahimovic, in questo momento, è il faro del Milan, il presente a cui affidarsi per conquistare la Champions e continuare a sognare lo scudetto. Ma la società rossonera sa bene che l’attaccante svedese non sarà eterno e che servirà un Piano B quando lui andrà via. Da qui le voci sulla ricerca di un altro centravanti (si parla di Belotti e Vlahovic) che possa essere erede ideale di Zlatan in caso di addio. Perché Ibra, a 39 anni, ha un futuro incerto davanti a sé. Non è in discussione la sua leadership e non sono in bilico le sue qualità tecniche, ma i ragionamenti della dirigenza rossonera sulla prossima stagione sono di varia natura.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Lukaku e Ibrahimvic fianco a fianco
Lukaku e Ibrahimovic (Getty Images)

Milan, futuro in bilico per Ibrahimovic

L’attaccante svedese ha un contratto in scadenza nel 2021 e al momento la società non ha ancora raggiunto un accordo per il rinnovo. Situazione di stallo anche per altri due calciatori a scadenza come Donnarumma e Calhanoglu. Se per questi ultimi due la trattativa riguarda l’aspetto economico e la forte concorrenza dei top club europei, soprattutto per il portiere, per Ibra la questione è diversa. Non bisogna accordarsi sullo stipendio, non solo, ma fare valutazioni più ampie che necessitano di tempo.

LEGGI ANCHE >>> Milan, operazione riuscita per Calabria: ecco quando rientrerà

Il Milan riflette sulla propria strategia: Ibra, 40 anni a ottobre, potrà garantire lo stesso rendimento attuale anche tra qualche mese, in considerazione dell’età e dei recenti infortuni? Domanda lecita, anche se la professionalità dello svedese e la sua cura dei dettagli, nel fisico e negli allenamenti, lascia presagire altre rinascite per Zlatan. Lui, d’altra parte, ragiona sulle prospettive del Milan: quali saranno gli obiettivi futuri? Ci penseranno ancora un po’ entrambi.