Pirlo “bocciato”: il giudizio di Capello

Pirlo lancia un pallone
Pirlo (Getty Images)

Fabio Capello, in un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, si è soffermato su Pirlo e sulla corsa Scudetto

Dopo l’eliminazione dagli ottavi di Champions League ad opera del Porto, la Juve è stata molto criticata. Critiche che hanno raggiunto, soprattutto, Cristiano Ronaldo e Andrea Pirlo. Sul futuro del tecnico si sono paventate anche dell’incertezze.

Si è discusso molto sull’inesperienza di Pirlo che al suo primo anno come allenatore è già alla guida di un top club come la Juventus. Di questo ne ha parlato Fabio Capello, ex allenatore tra l’altro della squadra bianconera, in una lunga intervista al Corriere dello Sport:

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Intervista di Capello
Capello (Getty Images)

“L’esperienza è un valore”

”Gli è mancato il percorso di formazione, si è dovuto arrangiare da solo nei primi tre mesi della stagione. Il suo è stato uno studio sul campo pesante, ma che ha affrontato in maniera consapevole. Gotti, al contrario di Pirlo, si è fatto le ossa come secondo di Donadoni e Sarri. L’esperienza è un valore, aiuta a ridurre il numero degli sbagli, favorisce l’intuizione”.

LEGGI ANCHE >>> I tre italiani che possono rivoluzionare la Juventus

Capello si è soffermato anche sulla corsa Scudetto e sulle polemiche tra Inter e Juve dopo la decisione dell‘ATS di Milano di non far disputare il match tra i nerazzurri e il Sassuolo: ”Conte ha già vinto lo Scudetto, non credo ad un ritorno della Juve. Polemiche tra Inter e Juve? Una polemica nemmeno troppo velata, ma dietro una polemica c’è sempre un po’ di verità. In Italia sono successe che altrove non sono capitate”.