Gol ed emozioni al Franchi: Fiorentina-Milan finisce 2-3

Calhanoglu Ribery
Palla contesa tra Calhanoglu e Ribery (Getty Images)

Partita frizzante nel match delle 18. Gol di Ibra, Fiorentina avanti con Pulgar e Ribery, rimonta Milan grazie a Brahim Diaz e Calhanoglu

Girandola di gol, emozioni e capovolgimenti di fronte nel match delle 18 tra Fiorentina e Milan al “Franchi”, con i rossoneri che alla fine hanno la meglio per 3-2 e ottengono un successo fondamentale dopo l’uscita dall’Europa League per mano del Manchester United.

Prandelli schiera i padroni di casa con un inedito 4-4-2: Dragowski; Martinez Quarta, Pezzella, Milenkovic, Caceres; Eysseric, Pulgar, Bonaventura, Castrovilli; Vlahovic, Ribery.

Pioli risponde con il consueto 4-2-3-1: Donnarumma; Dalot, Kjaer, Tomori, Theo Hernandez; Tonali; Kessié; Saelemaekers, Calhanoglu, Brahim Diaz; Ibrahimovic.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ibra e Ribery
Fair play tra Ibrahimovic e Ribery (Getty Images)

Calhanoglu torna al gol e regala i 3 punti al Milan

Nel primo tempo sono i rossoneri ad andare in vantaggio grazie a un gol di Zlatan Ibrahimovic al 9′, abile a scattare sulla linea del fuorigioco. Risponde al 17′ Erick Pulgar con un magistrale calcio di punizione dalla sinistra, che si insacca all’angolino della porta difesa da Donnarumma.

Durante la prima frazione di gioco anche un palo a testa (Pezzella e Ibra) e l’infortunio del portiere viola Dragowski, che dopo un rinvio sente dolore e viene sostituito da Terracciano.

Nella ripresa la Fiorentina scende in campo più convinta e trova il gol del sorpasso al 51′ grazie a Franck Ribery ottimamente servito da Vlahovic. Ma il Milan tira fuori una grinta inattesa e prima pareggia al 57′ con Brahim Diaz, bravo a insaccare da due passi su azione d’angolo e poi segna il definitivo 3-2 con un bel tiro di Calhanoglu su assist di Kessié.

Partita combattutissima fino all’ultimo minuto di recupero ma il risultato non cambia.

LEGGI ANCHE >>> Fiorentina-Milan, contatto in area di rigore: per Guida non è penalty

Con questo importante successo il Milan consolida il secondo posto a -6 dall’Inter (che ha una partita in meno), tenendo nel frattempo a distanza le inseguitrici. La Fiorentina rimane nelle retrovie, con 7 punti di vantaggio sulla zona retrocessione.

La classifica: Inter* 65, Milan 59, Juventus* 55, Atalanta* 55, Napoli** 50, Roma* 50, Lazio* 49, Sassuolo* 39, Verona 38, Sampdoria 35, Bologna 34, Udinese 33, Genoa 31, Fiorentina 29, Spezia 29, Benevento 29, Torino* 23, Cagliari 22, Parma 19, Crotone 15.

  • * una partita in meno
  • ** due partite in meno