“Abbiamo scelto di tutelare la nostra salute”: le parole di De Zerbi

De Zerbi pensieroso
De Zerbi (Getty Images)

Roberto De Zerbi è stato intervistato da Sassuolo Channel e si è soffermato sulla scelta dell’esclusione di Locatelli e Ferrari

Il focolaio scoppiato in casa Italia, dove sono stati trovati quattro membri dello staff tecnico positivi al Covid-19, ha scatenato il terrore tra i club di Serie A e non solo. Dopo la notizia della positività di Leonardo Bonucci, oggi c’è stata quella di Marco Verratti.

Il Sassuolo, nonostante i tamponi risultati negativi di Ferrari e Locatelli, si è cautelato ed  ha deciso di non far disputare ai due giocatori il match contro la Roma. Roberto De Zerbi ai microfoni di Sassuolo Channel ha parlato di questa decisione: “L’esclusione di Locatelli e Ferrari è stata una scelta condivisa tra me, la società e lo staff medico. Un’iniziativa importante, presa con con grande convinzione”. Il tecnico ha poi continuato:

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Locatelli porta palla
Locatelli (Getty Images)

La fermezza di De Zerbi

“I due giocatori sono negativi per il momento, ma hanno avuto contatti con il gruppo  Italia dove si è creato un focolaio. Abbiamo scelto di superare gli interessi lavorativi per tutelare la nostra salute, dell’intera squadra e delle nostre famiglie. Ci stiamo comportando secondo la nostra coscienza. Per una sfida di calcio non era giusto potersi portare a casa ulteriori problemi di salute. Una decisione forte ma giusta”.

LEGGI ANCHE >>> Inter-Sassuolo, é ufficiale: arriva il comunicato

De Zerbi ha poi terminato così: ”Pensare a quello che avrebbero fatto gli altri? Dobbiamo pensare solo a noi. Non capisco perché si crei questo caos su una decisione giusta che penalizza noi, se ci penalizza, e non gli altri. Nonostante gli infortuni di Caputo, Berardi e Defrel abbiamo deciso così. Bisogna prendere questa decisione anche quando ti recano uno svantaggio importante, altrimenti non si è corretti e coerenti”.