Il Chelsea preferisce un attaccante italiano ad Haaland

Haaland
Haaland (Getty Images)

Il Chelsea è a caccia di un attaccante per il prossimo anno: no ad Haaland, Tuchel ha messo gli occhi su un attaccante italiano

Un attaccante per il Chelsea. Nonostante l’acquisto milionario la scorsa estate di Werner, i Blues sono ancora alla ricerca di un bomber. Il tedesco ha reso decisamente sotto le aspettative ed ora per Tuchel c’è la necessità di un calciatore che garantisca gol e presenza fisica. Caratteristiche che sono di Erling Haaland, l’uomo dei desideri di mezza Europa. L’attaccante del Borussia Dortmund ha tutte le big sulle sue tracce: oltre al Chelsea, ci sono le due squadre di Manchester, Barcellona e Atletico Madrid, senza dimenticare la Juventus e il possibile interesse del Bayern Monaco.

Pretendenti che devono fare i conti con il grande esborso economico che una operazione di questo livello porterebbe con sé: si parla di un ingaggio da oltre venti milioni di euro a stagione, oltre alle commissioni da dare a Raiola e il prezzo (non certo basso) del cartellino). Ecco perché Abramovich è pronto a cambiare obiettivo, mollando il norvegese e puntando su un calciatore italiano.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Belotti
Belotti (Getty Images)

Chelsea, Tuchel vuole Belotti dal Torino

L’attaccante per il Chelsea è Andrea Belotti, 27 anni, legato al Torino fino al 2022. Proprio la scadenza ravvicinata obbliga la dirigenza granata ad una scelta: continuare con lui oppure cederlo in estate. La secondo ipotesi troverebbe pronte diversi società: c’è il Milan, ad esempio, che lo corteggia da tempo ma anche la Roma sarebbe pronta ad approfittarne. Le italiane potrebbero trovare però sulla loro strada una concorrente molto difficile da superare: il Chelsea.

LEGGI ANCHE >>> Ilicic-Milan: come giocherebbero i rossoneri con lo sloveno

Per Tuchel Belotti rappresenta il profilo ideale ed anche dal punto di vista economico, il club considera l’attaccante italiano l’uomo giusto. Il ‘Gallo’ potrebbe lasciare i granata per una cifra intorno ai 40 milioni di euro e accontentarsi di un ingaggio abbordabile per i londinesi.