“Mi ricorda Cavani”: il paragone che fa sognare i tifosi

Cavani in campo con lo United
Cavani - Manchester United (GettyImages)

Paragone importante quello utilizzato per descrivere un attaccante del nostro campionato: è stato ‘scomodato’ Cavani

Qualcuno ci aveva pensato, vedendolo correre e rincorrere avversari per novanta minuti, poi è arrivata anche l’investitura ufficiale. Chi di voi, almeno una volta, non ha pensato: “Osimhen mi ricorda Cavani”. Ne è convinto, e l’ha detto, anche Andrea D’Amico, procuratore sportivo e intermediario dell’attaccante del Napoli, che ha utilizzato questo paragone “forte” ma calzante, dal punto di vista tecnico, per descrivere Osimhen, centravanti che i tifosi del Napoli stanno imparando a conoscere.

D’Amico, intervistato da ‘Radio Marte’, ha detto: “Osimhen? A me ricorda molto il primo Cavani, però arrivato ancora più forte in Italia”. Il riferimento è alle qualità fisiche, atletiche e tecniche del bomber nigeriano, cinque gol in questo campionato, bottino al momento ‘pigro’ ma solo perché la sua stagione è stata condizionata da continui stop. Prima l’infortunio alla spalla, poi il virus, poi il trauma cranico. Ne ha passate tante, Osimhen, che solo ora, nell’ultimo mese, ha conosciuto continuità.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Osimhen e Fabian
Osimhen e Fabian Ruiz (Getty Images)

Osimhen come Cavani: i tifosi sognano

Di Matador ce n’è uno, chiaro, e i tifosi del Napoli lo sanno bene, ma Osimhen, in prospettiva, può ripetersi come Cavani, magari segnando meno (104 gol in 3 anni per il centravanti dello United) ma dando ugualmente il suo contributo alla squadra. Il Napoli, in estate, ha investito circa 50 milioni per strappare Osimhen al Lille, un investimento che avrà bisogno di tempo per fiorire.

LEGGI ANCHE >>> Cuadrado pazzesco: (quasi) meglio anche di Pirlo in una statistica

Osimhen avrebbe voluto spaccare il mondo ma s’è dovuto fermare più volte e per questo, oggi, è fermo a cinque gol in campionato. Tre li ha realizzati nelle ultime settimane, non appena è tornato a pieno regime dopo gli stop. La sua vera stagione sarà la prossima: i tifosi, che hanno iniziato ad apprezzarlo, non vedono l’ora di innamorarsi di lui. Come accadde per Cavani.