Juve, Paratici rischia? Spunta il nome del nuovo ds

Paratici
Paratici (Getty Images)

Fabio Paratici, direttore sportivo della Juventus, è in scadenza di contratto. Non ha ancora rinnovato e spunta il nome del possibile sostituto

L’ombra di Cristiano Giuntoli sul futuro di Fabio Paratici. L’attuale direttore sportivo del Napoli è uno dei profili monitorati dalla Juventus per l’eventuale sostituzione dell’ex braccio destro di Marotta. La notizia, circolata nelle scorse ore, trova conferma negli ambienti napoletani. Il quotidiano ‘Repubblica’ rilancia il nome di Giuntoli, accostandolo di nuovo alla Juventus.

Se n’era parlato nell’ipotesi di un ritorno di Marotta, con cui Giuntoli avrebbe collaborato a stretto contatto. Ora, invece, il nome del dirigente toscano figura da solo, un destino separato da quello dell’attuale amministratore delegato dell’Inter. A differenza di Paratici, Giuntoli ha dato poco rinnovato il suo contratto con il Napoli, eppure per la Juve sembra essere un’opportunità concreta.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Cristiano Giuntoli
Giuntoli (Getty Images)

Juve, quale futuro per Paratici?

Il futuro di Paratici è da tempo incerto. Il contratto in scadenza, e non ancora rinnovato, è il primo segnale di un possibile addio, anche se l’attualità, oggi, vede protagonista Agnelli. Presto, però, si tornerà a parlare anche della figura di direttore sportivo. Se Paratici è in bilico, Giuntoli non è poi così certo di una sua permanenza. Nonostante il recente rinnovo, in passato era stato dato per partente a fine stagione assieme a Gattuso. Vedremo.

LEGGI ANCHE >>> Inter, dopo lo scudetto scatterà l’ora dei sacrifici: Conte tra questi?

Giuntoli è a Napoli dal 2015, ha partecipato, da protagonista, al triennio Sarri, con lui sono arrivati i vari Allan, Zielinski, Milik, Osimhen e Lozano. In questi anni si è dimostrato abile soprattutto nelle uscite, cedendo quasi sempre – in prestito o a titolo definitivo – tutti i calciatori che il Napoli non riteneva più indispensabili. Ora ci pensa la Juve. Nel caso, anche De Laurentiis dovrà correre ai ripari.