“Non giocheranno la Champions”, Ceferin non molla la presa

Agnelli, Nedved e Paratici con mascherina
Agnelli, Paratici e Nedved (Getty Images)

Ceferin, presidente dell’Uefa, ha rilasciato un’intervista ad AP dove parlato delle possibili sanzioni dei club ribelli

La Superlega è stata l’argomento, anche più del Covid, più gettonato nell’intera Europa. Dopo l’autoesclusione dei club inglesi, l’ipotesi Superlega si è dovuta fermare. Florentino Perez ha commentato così lo stato del progetto: “Tutto è in stand-by, Juventus e Milan non hanno lasciato”.

L’Uefa si è sempre opposta fortemente al progetto Superlega e starebbe pensando come sanzionare i club rei che ancora ne fanno parte. Alekesander Ceferin, presidente dell’Uefa, ha rilasciato un’intervista ad ‘AP’ dove ha parlato dei possibili provvedimenti per le società ancora ribelli, ovvero Real Madrid, Barcellona, Juventus e Milan:

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ceferin con Champions
Ceferin (Getty Images)

Ceferin contro i club ribelli

“I club, certamente, dovranno decidere se fanno parte della Superlega o se sono ancora club europei. Se dovessero optare per la Superlega, ovviamente, non giocheranno la Champions League. Se dovessero essere pronti a farlo, allora disputino la propria competizione”.

LEGGI ANCHE >>> #CeferinOut: juventini scatenati, migliaia di tweet contro l’Uefa

Ceferin continua: “Stiamo attendendo ancora la consulenza legale, ma ognuno deve affrontare le conseguenze derivanti dalla proprie decisioni e questo loro lo sanno. E’ diverso per le società che hanno lasciato la Superlega. Vedremo la settimana prossima cosa fare, ma sarebbe auspicabile cosa possano fare i specifici campionati, federazioni e l’Uefa”.