“Se perdiamo, ti richiamiamo”: il clamoroso ribaltone sfiorato in Serie A

Pallone Serie A
Il pallone ufficiale della Serie A (Getty Images)

In Serie A era saltata una panchina, ma il cambio di guida tecnica non aveva sortito gli effetti sperati: il retroscena

L’esonero di Eusebio Di Francesco non aveva sortito gli effetti sperati, perché neppure con Semplici in panchina il Cagliari era tornato a sorridere. Dopo le quattro sconfitte consecutive, dalla Juventus all’Inter, la società sarda aveva pensato al nuovo ribaltone. Di Francesco era stato allertato dai collaboratori di Giulini: “Se perdiamo, ti richiamiamo”.

Era la vigilia della sfida contro il Parma. Di Francesco rifletteva, scrive il ‘Corriere dello Sport’. Poi, però, è arrivato il clamoroso 4-3, Semplici si è tenuto stretto la panchina del Cagliari e nel turno successivo ha anche battuto 1-0 l’Udinese tornando ad avvicinarsi alla salvezza.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Cagliari Giulini esonero Di Francesco
Eusebio Di Francesco (GettyImages)

Serie A, il retroscena su Di Francesco

L’ex allenatore della Roma sperava di poter tornare anche per affrontare la sua vecchia squadra. La sfida con la formazione giallorossa avrebbe avuto sapore speciale, invece Semplici si è tenuto stretto la panchina e Di Francesco, che aveva rinnovato un mese prima dell’esonero, dovrà aspettare la fine della stagione per avere le idee chiare sul proprio futuro.

LEGGI ANCHE >>> L’unico motivo che costringerebbe Conte a lasciare l’Inter

Per accettare proposte di altri club dovrà risolvere il suo attuale contratto col Cagliari che scade nel 2023. Una fiducia non supportata dai fatti, visto che la società di Giulini, poi, ha deciso di esonerarlo.