Il milanista Ancelotti dà un dispiacere a Juventus e Inter

Ancelotti parla a Sky sports
Ancelotti (Getty Images)

L’Everton di Ancelotti sulla strada di Juventus e Inter: i Toffees sono pronti a dare un dispiacere ai due club italiani”

“Vinca il più forte e speriamo che sia il Milan“. Così Carlo Ancelotti ha parlato della sfida con la Juventus di domenica scorsa. Che il manager dell’Everton sia rimasto legato al club rossonero non è un mistero, così come non è un segreto che il rapporto con l’ambiente juventino sia tutt’altro che buono. Le parole dell’allenatore emiliano, quindi, non sorprendono come invece fa la mossa di mercato del club di Liverpool: proprio Juventus (e Inter) potrebbero essere costrette a fare i conti con l’offerta della società inglese. Il nome conteso è quello di Sergio Aguero che è libero di firmare gratis con un altro club dopo l’addio ufficiale al Manchester City.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Aguero esulta
Aguero (Getty Images)

Juventus e Inter avvisate: Ancelotti ha la carta per Aguero

Secondo quanto riferisce ‘Daily Star’ l’Everton ha fatto irruzione sull’attaccante argentino. I ‘Toffees’ vogliono il Kun e sono pronti a fare un’offerta importante per convincerlo. Una proposta che a livello di ingaggio non potrà mai pareggiare economicamente la cifra percepita attualmente al Manchester City, né quelle che potrebbero offrire Juventus, Inter o Barcellona, gli altri club segnalati sul calciatore.

LEGGI ANCHE >>> Mourinho come Conte: dice sì alla Juventus

L’Everton però avrebbe già fatto sapere ad Aguero di essere disposto ad accompagnare la proposta economica d’ingaggio con un corposo bonus alla firma. Un’offerta che potrebbe anche trovare il sì dell’argentino che in questo modo non lascerebbe l’Inghilterra. Certo le avances del Barcellona, con il possibile richiamo dell’amico Messi, e il fascino di Juventus e Inter potrebbero giocare un ruolo, ma l’Everton ha intenzione di provarci. Il milanista Ancelotti è pronto a fare lo sgambetto alle sue vecchie ‘rivali’ italiane.