Clamoroso a Manchester: i tifosi occupano l’Old Trafford

Proteste dei tifosi dello United all'Old Trafford
Gli striscioni dei tifosi dello United contro i Glazer (Getty Images)

Incredibile a Manchester: i tifosi occupano l’Old Trafford per protestare contro i Glazer. Rinviata la partita tra United e Liverpool

Clamorosa e veemente protesta all’Old Trafford di Manchester, prima della partita tra i padroni di casa e il Liverpool.

Qualche centinaio di tifosi dello United, infuriati con la proprietà dopo il caso Superlega, hanno infatti occupato il campo da gioco con fumogeni, bandiere e cori, a circa due ore dall’inizio del match previsto per le 16.30 locali (le 17.30 italiane). I manifestanti hanno anche accerchiato il bus con i calciatori dei Red Devils, impedendogli di spostarsi verso lo stadio.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Proteste dei tifosi dello United fuori dall'Old Trafford
Le proteste dei tifosi dello United fuori dall’Old Trafford (Getty Images)

I tifosi del Manchester United vogliono cacciare i Glazer

La partita tra Manchester United e Liverpool era prevista a porte chiuse per le restrizioni anti Covid. Ma la frangia più radicale dei sostenitori dei Red Devils ha prima circondato l’Old Trafford esponendo cartelli contro la famiglia Glazer. Poi, dopo aver sfondato il cordone di sicurezza, i tifosi sono riusciti a entrare in campo continuando la plateale protesta contro i proprietari del club, invitati a più riprese ad andarsene.

In un secondo momento la polizia ha ripreso il controllo della situazione. Non risultano comunque feriti, almeno per ora.

LEGGI ANCHE>>> La ‘proposta indecente’ dei club inglesi alla Superlega

La partita è stata rinviata e, dopo vari tentennamenti, è stato deciso che non verrà recuperata in serata. È molto probabile che i soggetti coinvolti verranno puniti con una serie di restrizioni non appena gli stadi verranno riaperti al pubblico.

Molti dei supporter indossavano capi gialli e verdi, e cioè i colori originari del Manchester United, recuperati spesso in questi ultimi anni nelle proteste contro i Glazer. I membri della famiglia americana sono stati accusati più volti di aver svenduto l’anima del glorioso club del nord-ovest dell’Inghilterra.